dalla Home

Home » Argomenti » Carburanti alternativi

pubblicato il 23 giugno 2006

Citroen C3 BiEnergy - Metano

Citroen C3 BiEnergy - Metano

Caro petrolio... non ci stiamo riferendo all'oro nero come se gli stessimo scrivendo una lettera appassionata. Purtroppo.
Negli ultimi sei mesi, mediamente, il prezzo della benzina verde al litro è cresciuto di circa 12 centesimi di euro, mentre quello del gasolio di almeno 6. Nulla di nuovo, comunque: il benzinaio è diventato uno di famiglia...

In questi casi Darwin parlerebbe di evoluzione, di sopravvivenza del più rapido ad adattarsi alle mutate condizioni di esistenza, più semplicemente noi potremmo dire che al presentarsi di un problema del genere è ovvio e lecito cercare una scappatoia, una via di uscita che ci dia sollievo. Le armi di difesa sono in nostro possesso da tempo, ma per questioni legati a costi, limitazioni, complessità di installazione e, non ultimo, un ben determinante fattore psicologico, la loro diffusione sta decollando solo ultimamente. Stiamo chiaramente parlando di Metano e GPL, due alternative a benzina e gasolio assolutamente vantaggiose, con i propri pregi e difetti certo, ma comunque vere ancore di salvezza per il portafoglio.

Le Case non stanno a guardare, e per facilitare la diffusione di queste soluzioni, proprio negli ultimi mesi, diversi costruttori stanno ampliando i propri listini con modelli equipaggiati all'origine con alimentazioni bi-fuel a Metano o GPL e, sempre più spesso, le vetture che beneficiano di tale intervento hanno dimensioni compatte, utilitarie se preferite.

È il caso di Citroen, che proprio recentemente ha presentato la sua C3 in versione Bi Energy, alimentata a GPL o a Metano. Proprio quest'ultima è protagonista del nostro test: la Citroen C3 1.4 Elegance Bi Energy M, allestita ed equipaggiata come la gemella che si nutre di "sola benzina", ma con in più la possibilità di usufruire del più economico metano alternativamente alla solita verde.
Fatta eccezione per il secondo bocchettone di alimentazione, "quello del gas", posizionato proprio a fianco di quello della benzina, l'estetica della C3 a Metano non si discosta da quella della versione da tempo in listino. Le differenze riguardano solo alcuni particolari caratteristici del sistema di alimentazione supplementare, oltre all'alterato comportamento dinamico della vettura che paga un maggior peso e una diversa erogazione.

Il 1.4 Citroen eroga una potenza di 73 cv 5.400 giri/minuto, con una coppia di 118 Nm a 3.300 giri/minuto: prestazioni oneste e adeguate al target di utilizzo della vettura. La Bi Energy M, però, risulta però più pesante di 69 kg (totale e1083 kg) rispetto alla versione a benzina, fattore che modifica distribuzione dei pesi e doti dinamiche. Non parliamo certo di stravolgimenti, visto che sulla carta la versione M perde solo 1 km/h di velocità massima al benzina (167 invece di 168 km/h) e 0,5 secondi in più nello scatto da 0 a 100 km/h (12,9 invece di 12,4 sec.), ma sono altri particolari, legati alla pura guida, ad esser più evidenti. Nulla di preoccupante, certo, soltanto l'accentuato rollio registrato nel percorrere curve, che potrebbe trasmettere al guidatore una sensazione di imprecisione nelle traiettorie nonostante il reale comportamento della vettura si sia dimostrato prevedibile e intuitivo.

Il propulsore, invece, nel passaggio da benzina a metano, soffre in giusta misura la differente alimentazione, offrendo una erogazione più omogenea ma anche più pigra quando il carburante è gassoso. Tutto regolare, anche perché i 73 cv del 1.4 francese risultano mansueti anche durante la marcia a benzina, dove è avvertibile una migliore risposta solo ai medio-alti regimi. Il cambio è il medesimo, un manuale a 5 rapporti che non brilla certo per rapidità di cambiata, vista la corsa discretamente lunga della leva, ma che comunque svolge bene il suo compito.

Ma passiamo ora all'argomento più atteso quando si parla di Metano o GPL: l'autonomia e i costi di gestione. È doveroso sottolineare che non esiste il benché minimo dubbio sulla convenienza del Metano, a patto di fare i conti con le solite limitazioni del caso.
Innanzi tutto uno sguardo ai dati dichiarati dalla Casa che parlano di una capacità per il serbatoio benzina di 47 litri, quindi invariata rispetto al resto della gamma, e di una capienza del serbatoio metano pari a 50 litri (nei quali si riesce ad immagazzinare 9,1 kg di gas), suddivisi in due bombole poste nel bagagliaio. Il consumo medio dichiarato è di 5,0 kg/100 km (20,00 km/kg) per quel che riguarda il metano e 6,2 Litri/100 km (16,13 km/l) relativamente alla benzina, il che si traduce in un'autonomia totale pari a circa 900 km, 700 km a benzina e 200 km a metano.
Buoni risultati, soprattutto se si pensa che riuscendo ad alimentare la vettura solo a metano i consumi e i costi sono davvero molto più bassi rispetto alla costosa normalità.

Durante il nostro test abbiamo compiuto diversi rilevamenti, eseguiti considerando il chilometraggio percorso, lo stile di guida, la temperatura esterna e, ovviamente i prezzi incontrati nelle diverse aree di rifornimento di cui ci siamo serviti. La media dei rilevamenti ha riportato risultati positivi, anche se un po' inferiori alle cifre divulgate dalla Casa francese. Con temperature incontrate che oscillavano tra i 14° e i 22°, le bombole di metano hanno stivato tra 8,2 e 8, 8 kg di metano, dati assolutamente in linea con la natura dell'elemento trattato. Difficilmente, infatti, si raggiunge la capienza massima: se l'indicatore segna "zero" ed innesca automaticamente il passaggio a benzina, nelle bombole rimane sempre una quantità residua di gas.
In relazione al costo del carburante, compreso tra gli 0,67 Euro/kg e gli 0,71 Euro/kg, è facile notare come un pieno di gas costi tra i 5.50 e i 6.24 Euro. Dando invece un occhio alle percorrenze si nota con piacere che non è stato difficile gravitare intorno ai 20-22 km/kg, anche se la concentrazione per raggiungere tale percorrenza doveva rimanere sempre costante.
Se la guida si mantiene calma e pacata abbiamo avuto modo di notare come si possano raggiungere e superare i 180 km di autonomia, ma se lo stile diviene più "allegro" o comunque non omogeneo, difficilmente si superano i 140 km.

A questo punto emerge il secondo problema relativo a questo genere di alimentazione, ovvero la distribuzione di rifornitori sul territorio nazionale. In breve: è ancora poco efficiente.
Anche volendo - ed esigendo - una guida sempre a Metano, risulta fisicamente impossibile non utilizzare la benzina per raggiungere il distributore autorizzato più vicino. Inoltre, hanno orari di apertura diurni e non esiste il self-service. Per legge, infatti, non è possibile rifornire autonomamente la vettura, ma l'operazione deve essere svolta da personale autorizzato. Su http://www.federmetano.it/distributori.html potrete trovare la mappa dei distributori suddivisa per regione.

Quindi, a chi consigliare questa C3 a metano? È una vettura onesta, che ha tutte le caratteristiche che hanno fatto della C3 un modello "trendy", con in più il pregio di essere "poco esigente". I costi di gestione quasi non si sentono, ma la scarsa autonomia, dovuta a precise scelte tecniche nell'allestimento della versione, ne fa un'auto da tragitto "Casa-Lavoro" (a patto di lavorare vicino casa). Insomma, la C3 a metano, poco adatta ai grandi camminatori, si rivela un'ottima "seconda auto", sicuramente più intelligente di altre concorrenti , spinte da qualche moderno super-micro-turbodiesel a "doppio taglio". Pensateci!

Scegli Versione

Nuovo commento 2 Commenti

1

ALLA

ALLA

Pubblicato il 19/10/2013 alle 00:33

Heya! I know this is somewhat off-topic however I needed to ask. Does running a well-established website like yours require a lot of work? I'm brand new to operating a blog however I do write in my diary daily. I'd like to start a blog so I can share my personal experience and views online. Please let me know if you have any kind of ideas or tips for brand new aspiring blog owners. Appreciate it!

2

ADRIENE

ADRIENE

Pubblicato il 07/11/2013 alle 06:09

Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video to make your point. You obviously know what youre talking about, why throw away your intelligence on just posting videos to your blog when you could be giving us something enlightening to read?

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top