dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 19 settembre 2011

Pirelli P Zero Silver: le gomme di F1 vanno su strada

I nuovi P Zero "prendono" dalle corse nome e tecnologia

Pirelli P Zero Silver: le gomme di F1 vanno su strada
Galleria fotografica - Pirelli P Zero SilverGalleria fotografica - Pirelli P Zero Silver
  • Pirelli P Zero Silver - anteprima 1
  • Pirelli P Zero Silver - anteprima 2
  • Pirelli P Zero Silver - anteprima 3
  • Pirelli P Zero Silver - anteprima 4
  • Pirelli P Zero Silver - anteprima 5

Dalla Formula 1 alla strada. La percezione che caratterizza le ultime stagioni del circus è che ormai il travaso tecnologico sia ridotto ai minimi termini, dall'aerodinamica alle tecnologie, dalla meccanica agli pneumatici. I costruttori in realtà sanno che i processi e le metodologie sviluppate nelle competizioni hanno effetti benefici anche sulla produzione "di serie". Con i Pirelli PZero Silver, inoltre, l'azienda milanese ha mantenuto un legame tra i due mondi anche nel nome: le mescole dure delle coperture utilizzate in Formula 1 si chiamano infatti "silver". La commercializzazione delle nuove coperture ultra-prestazionali inizierà nel 2012, in serie limitata.

PROGETTATI PER LE COMPETIZIONI
Con i Pirelli P Zero Silver la linea di prodotto UHP (Ultra High Performance) si amplia verso l'alto del segmento premium, dove risiedono le auto sportive, le supercar e le hypercar. Per innalzare il livello prestazionale dei P Zero, i tecnici Pirelli hanno utilizzato gli stessi processi di calcolo e modellizzazione utilizzati per le "matematiche" delle gomme di Formula 1. L'obiettivo di queste tecniche di simulazione è quello di prevedere a calcolo le prestazioni degli pneumatici nelle situazioni più diverse, velocizzando il "time to market" e spostando verso l'alto il livello qualitativo nella successiva fase di produzione.

PRECISIONE ROBOTICA, MA COSTANTE NEL TEMPO
Con il P Zero Silver, infatti, la tecnologia "Mirs" con cui Pirelli ha automatizzato le proprie linee di produzione evolve, facendo debuttare la nuova generazione nello stabilimento riqualificato di Settimo Torinese. Con queste premesse, la nascita del nuovo P Zero dichiara un miglioramento delle performance - soprattutto in termini di inserimento in curva e spazi di frenata - abbinato a una resa chilometrica e ad una resistenza al rotolamento rispettivamente superiore ed inferiore rispetto ai modelli di P Zero esistenti.

Autore:

Tag: Accessori , formula 1 , pneumatici , guida sportiva


Top