dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 15 settembre 2011

Opel tutela i clienti dall'aumento dell'IVA

Chi ha già firmato un contratto o lo firma entro settembre non paga costi aggiuntivi

Opel tutela i clienti dall'aumento dell'IVA

Il governo aumenta l'IVA e i costruttori corrono ai ripari per proteggere i propri clienti da spese inaspettate. Il primo a pensarci è Opel che, immediatamente dopo l'approvazione della manovra in Parlamento che scatta sabato 17 settembre ed è retroattiva, comunica a chi ha già firmato un contratto e a coloro che intendono farlo entro settembre che per loro non ci sarà nessun costo aggiuntivo. Della differenza si farà carico Opel, il sui esempio potrebbe essere presto seguito da altri. L'operazione si chiama "Con Opel blocchi l'aumento dell'IVA" e si aggiunge all'offerta di settembre di 3.000 euro di sconto rottamazione e 4 anni di finanziamento a tasso zero.

In pratica all'automobilista viene risparmiato quell'aggravio che, mediamente, nel caso di Corsa ammonterebbe a circa 100 euro e in quello dell'ammiraglia Insignia a 250 euro. "L'operazione Opel rappresenta un forte impegno nella tutela dei nostri clienti - dice Roberto Matteucci, Amministratore Delegato di Opel in Italia - . Ci faremo carico dell'aumento dell'IVA per tutti i clienti che hanno firmato un contratto di acquisto, ma ancora non hanno saldato l'auto, e per tutti quelli che entro settembre acquisteranno una Opel, anche se questa verrà saldata e immatricolata successivamente fino al 31 dicembre 2011".

Autore:

Tag: Mercato , Opel , tasse


Top