dalla Home

Live

pubblicato il 14 settembre 2011

Perchè non c'è un ibrido Renault

Il responsabile sviluppo spiega l'evoluzione della gamma

Perchè non c'è un ibrido Renault
Galleria fotografica - Renault al Salone di Francoforte 2011Galleria fotografica - Renault al Salone di Francoforte 2011
  • Renault al Salone di Francoforte 2011 - anteprima 1
  • Renault al Salone di Francoforte 2011 - anteprima 2
  • Renault al Salone di Francoforte 2011 - anteprima 3
  • Renault al Salone di Francoforte 2011 - anteprima 4
  • Renault al Salone di Francoforte 2011 - anteprima 5
  • Renault al Salone di Francoforte 2011 - anteprima 6

Un salto deciso e determinato. Non c'è stato alcun passaggio graduale nella strategia di elettrificazione del prodotto Renault, che, a differenza di altri costruttori, è passata subito dalla motorizzazione tradizionale a quella a zero emissioni. Il perché ce lo spiega Thierry Koskas, il responsabile sviluppo della gamma elettrica del marchio francese, che incontriamo al Salone di Francoforte. "Non vediamo l'ibrido come una fetta di mercato consistente in questo momento", ci dice e ricorda come alla fine degli anni '90 Renault non era in condizione di investire nelle allora nuove frontiere dell'ibridizzazione dell'auto.

Adesso invece la situazione è diversa e Renault si è lanciata nel mondo dell'elettrico con una gamma completa ed un design di fama internazionale che porta il nome di Laurens Van Den Acker. E a chi crede che i tempi per la messa su strada dei veicoli elettrici siano ancora prematuri, Koskas risponde: "I nostri progetti pilota in diversi Paesi del mondo, tra cui l'E-moving in Italia, dimostrano il contrario. La tecnologia è pronta e gli automobilisti interessati ai veicoli elettrici. Certo la ricarica veloce, quella in 10 minuti, non è ancora possibile - allo stato attuale una qualsiasi batteria si surriscalderebbe -, ma la sperimentazione in Israele che prevede la sostituzione della batteria utilizzata con una già carica presso le apposite stazioni di rifornimento sta andando molto bene. E - conclude Koskas - questo ne prefigura una prossima diffusione anche in altri Paesi".

Autore:

Tag: Live , Renault , francoforte


Top