dalla Home

Live

pubblicato il 14 settembre 2011

"Larghe" prospettive per la Hyundai i30

Primo incontro a Francoforte con la media coreana che vuole conquistare l'Europa

"Larghe" prospettive per la Hyundai i30
Galleria fotografica - La Hyundai i30 vista dal vivo a FrancoforteGalleria fotografica - La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte
  • La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte - anteprima 1
  • La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte - anteprima 2
  • La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte - anteprima 3
  • La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte - anteprima 4
  • La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte - anteprima 5
  • La Hyundai i30 vista dal vivo a Francoforte - anteprima 6

E' una questione di proporzioni. E' il primo pensiero che viene alla mente incontrando la Hyundai i30 allo stand del Salone di Francoforte. Specie per gli addetti ai lavori, abituati a valutare un'auto prim'ancora di vederla e toccarla dal vivo, il parametro su cui si percepisce l'equilibrio del design degli esterni o la qualità realizzativa dell'abitacolo si misura sulla differenza tra le aspettative create dalle fotografie e la presenza dell'auto nel mondo reale. Ecco cosa ci ha comunicato la nuova media coreana in questo primo appuntamento, in cui si misurano le ambizioni di Hyundai di abbracciare le aspettative degli automobilisti europei.

Anche sotto l'enfasi conferita dai riflettori della rassegna tedesca, la Hyundai i30 colpisce all'esterno soprattutto per il "muso", molto più basso e largo di quanto le immagini ufficiali lasciavano intuire. Questo conferisce subito una sensazione di compattezza delle dimensioni, che da tempo ha abbandonato ormai il segmento delle medie. Il parabrezza molto sviluppato in altezza, non comunica così la sensazione di "leggerezza" tipica di realizzazioni analoghe per vetture multispazio. La verticalità del giro porta sotto il montante anteriore, poi, frena lo slancio delle nervature sulla fiancata, sottolineando ancora una volta la ricerca di una compattezza che vuole comunicare dinamismo.

Il richiamo alla sportività è evidente anche nel taglio dei fari posteriori, a sviluppo orizzontale e inseriti lungo uno spigolo che divide il portellone i due superfici nette. L'innesto del lunotto conclude la somiglianza con l'Alfa Romeo Giulietta, in altre parole, ma il risultato finale si caratterizza per un tono moderno, diffuso su tutta la carrozzeria. Ma la nostra curiosità maggiore era rivolta agli interni della i30. La larghezza con cui l'aspetto frontale si ritrova nello spazio a disposizione per spalle e gomiti una volta preso posto sui sedili. E la plancia? Dalle foto le forme dei pannelli apparivano ricercate e ora che possiamo toccarle dobbiamo rilevare l'utilizzo di una plastica molto morbida per la parte superiore del cruscotto. La palpebra degli strumenti e in simil-pelle e la strumentazione evolve la classica illuminazione ghiaccio del costruttore coreano grazie al display centrale d'aspetto molto moderno. Di larghezza ancora si parla, infine, aprendo il bagagliaio: le pareti sono verticali e il vano regolare.

Autore:

Tag: Live , Hyundai , francoforte


Top