dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 13 settembre 2011

La Mercedes F 125! vista dal vivo

Il concept ibrido elettrico ad idrogeno ci racconta come sarà il futuro dell'auto

La Mercedes F 125! vista dal vivo
Galleria fotografica - La Mercedes F 125! vista dal vivo Galleria fotografica - La Mercedes F 125! vista dal vivo
  • La Mercedes F 125! vista dal vivo  - anteprima 1
  • La Mercedes F 125! vista dal vivo  - anteprima 2
  • La Mercedes F 125! vista dal vivo  - anteprima 3
  • La Mercedes F 125! vista dal vivo  - anteprima 4
  • La Mercedes F 125! vista dal vivo  - anteprima 5
  • La Mercedes F 125! vista dal vivo  - anteprima 6

A salire sul palcoscenico dello stand Mercedes del Salone di Francoforte è Dieter Zetsche, amministratore delegato del Gruppo Daimler, con l'orgoglio di chi si vanta di aver creato la prima automobile e con la fiducia di basare la propria leadership del futuro sulla crescita sostenibile del mercato automobilistico. E' questa l'introduzione del numero uno di Stoccarda alla concept car Mercedes F125!, coupé avanguardista che si presenta con una tecnologia innovativa: è un'auto ibrida, a trazione elettrica ma alle batterie agli ioni di litio che alimentano i motori sono affiancate le celle a combustibile, ovvero all'idrogeno.

DA EREDE A PORTABANDIERA
A questo prototipo di coupé spetta l'onore e l'onere di celebrare i 125 anni del marchio con la Stella a Tre Punte, di anticiparne l'evoluzione futura dello stile e di fare da ponte per le tecnologie di prossima introduzione in campo automobilistico. L'inedita architettura ibrida che accoppia l'idrogeno alle batterie come accumulatore di energia è la conferma di come Mercedes voglia crescere nel futuro, soprattutto in termini di volumi di vendita, grazie a una tecnologia che renda sostenibile l'impatto ambientale delle automobili.

I FARI FANNO LUCE SUL FUTURO
Avvicinandosi alla Mercedes F125! ciò che colpisce è il ridottissimo sbalzo anteriore, che mette in evidenza una tecnologia nascosta alla vista, ma che in futuro affinerà l'estetica ed evolverà la funzione dei fari. I gruppi ottici, infatti, sono l'ultima evoluzione della tecnologia a LED e presentano infatti un limitatissimo sviluppo in senso longitudinale. Oltre al design, come accennato, a giovarne è la disponibilità di spazio nella zona del vano motore e dei passaruota, con evidenti vantaggi anche in termini di sicurezza passiva, dovuti alla possibilità sfruttare al meglio le zone a deformabilità programmata in caso urto frontale. Il frontale a sei feritoie orizzontali reinterpreta la classica calandra Mercedes e la grande portiera laterale dà accesso ai quattro posti interni. Scocca e carrozzeria del nuovo prototipo sono realizzati in alluminio, materie plastiche e fibra di carbonio, che riveste anche il serbatoio dell'idrogeno ad una pressione di 700 bar in un volume ridotto. Il pacco batterie al litio da 10 kWh permette infine alla F 125! di viaggiare per 50 chilometri senza attivare le fuel cell. Questo laboratorio su ruote utilizza quattro motori elettrici alimentati dall'energia generata da pile a combustibile, per una potenza totale di 231 CV che permetterebbe alla F 125! di toccare i 220 km/h, di scattare da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi e di percorrere fino a 1.000 km con un pieno di idrogeno (0,79 kg/100 km).

FORME ISPIRATE DAL PASSATO
I fari posteriori sposano d'altro canto la filosofia del design bio-ispirato, dato che ricordano le strutture ripetitive che s'incontrano in natura, come in alcuni fossili, nel caso specifico. Più che alla preistoria, viceversa, gli interni prendono spunto dalla modernità delle interfacce tra uomo e macchina del mondo dell'informatica. Ci riferiamo al mondo degli smartphone e tablet, che stanno rendendo sempre più intuitiva l'inerazione con i sistemi operativi che governano i dispositivi grazie a grafiche 3D interattive tecnologie touchscreen. La strumentazione davanti al conducente consta di un display multifunzione fissato alla plancia quasi fosse appoggiato, come un tablet appunto, mentre la consolle centrale avvolge il posto guida fino a svilupparsi verso il tunnel, per ospitare i comandi di trasmissione e sistemi di bordo. Al suo fianco si trova uno schermo perfettamente inserito nella complessa forma della plancia, che impone le sue geometrie anche ai rivestimenti pregiati degli interni, come il legno.

UN TOCCO NOSTALGICO
Il prototipo F 125! si fa infatti portavoce anche delle nuove tecnologie di trattamento dei materiali, che grazie a processi di nuova generazione permettono a materiali tradizionali - come pelle e legno appunto, legati da sempre alle auto di lusso - di evolversi per adattarsi all'auto del futuro. Un esempio chiarificatore è quello delle venature del legno, che nel concept Mercedes seguono i raggi di curvatura più stretti e le variazioni di forma più complesse, generando un interessante mix tra l'atmosfera tradizionale e quella high tech. Una nota conclusiva la merita il volante: i concept con la Stella a Tre Punte in passato hanno spesso presentato soluzioni inedite per sostituire il comando con cui s'imposta la direzione della'auto. Sulla F 125! ritroviamo invece la rassicurante forma che tutti conosciamo, pur se affiancata da un design e da materiali dal sapore futuristico.

Autore:

Tag: Live , Mercedes-Benz , mobilità sostenibile , auto europee , francoforte , auto elettrica , auto ibride


Top