dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 settembre 2011

Volkswagen up!, costa meno di 10.000 euro

Per l'esattezza 9.850 euro, questo il prezzo in Germania. In Italia fra poche settimane

Volkswagen up!, costa meno di 10.000 euro
Galleria fotografica - Volkswagen up!Galleria fotografica - Volkswagen up!
  • Volkswagen up! - anteprima 1
  • Volkswagen up! - anteprima 2
  • Volkswagen up! - anteprima 3
  • Volkswagen up! - anteprima 4
  • Volkswagen up! - anteprima 5
  • Volkswagen up! - anteprima 6

Ce la farà la nuova Volkswagen up! a battere le concorrenti di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa? Beh, l'inizio è buono, possiamo dirvi da Francoforte, dove abbiamo appena assistito alla presentazione dell'erede della Lupo. Che, per essere una Volkswagen, con tutto ciò che ne consegue in termini di qualità e stile, rimane una Volkswagen, ma quanto al prezzo, diciamo anche che non è quello, normalmente un po' più alto della concorrenza, di una Volkswagen.

9.850 EURO IN GERMANIA
In attesa di conoscere il listino definitivo, che deve ancora essere annunciato, possiamo infatti partire da una cifra: 9.850 euro. E' il prezzo per la versione d'ingresso che verrà praticato in Germania a partire dal 13 settembre, data di avvio delle prenotazioni della up!. Seguirà il resto d'Europa, da qui fino alla fine dell'anno. Meno di 10.000 euro, dunque, più o meno come fa la concorrenza dei marchi più generalisti e un po' meno nobili, con i suoi modelli entry level.

TAKE, MOVE, HIGH UP!
Le versioni proposte sul mercato tedesco saranno tre: take up! come versione di accesso, più su ci saranno l'intermedia move up!, versione più orientata al comfort, e la top di gamma high up!. In attesa di conoscere la lista completa degli equipaggiamenti della nuova Volkswagen up!, possiamo anticipare che sulla top di gamma saranno di serie specchietti retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente, sedili anteriori riscaldabili, sistema radio-CD RCD 215 con funzione di riproduzione MP3, climatizzatore e un pacchetto pelle (per volante e impugnatura della leva del freno a mano). Il prezzo potrà comunque lievitare di un bel po' e la disponibilità di accessori sarà molto vasta. Un esempio? C'è il sistema di frenata d'emergenza City. Finora nessuno l'aveva messo su una segmento A. Si risparmierà molto invece nei costi d'esercizio, con i tre motori 3 cilindri benzina 60 e 75 CV e a metano EcoFuel da 68 CV, con la possibilità di optare per le versioni BlueMotion ancora più risparmiose dei valori standard: da 4,2 a 4,7 l/100 km (da 2,5 kg a 3,2 kg/100 km per le up! a gas naturale), con emissioni fra 79 e 108 g/km.

UP! BLACK E WHITE
Fin dal lancio verranno inoltre offerti due modelli speciali definiti sulla base della high up!: la up! black e la up! white. Rispetto alla high up!, gli esterni della up! black hanno di serie una verniciatura effetto perla black pearl e cerchi in lega leggera da 16 pollici con pneumatici da 185. Di serie sono anche la cromatura dei gusci degli specchietti retrovisori, delle cornici dei fendinebbia e delle modanature laterali, mentre i cristalli posteriori sono bruniti. Gli interni si distinguono per il disegno esclusivo dei sedili, caratterizzato da elementi romboidali nei colori grigio e nero e da cuciture in contrasto bianche, unito a volante rivestito in pelle e pomello della leva del cambio modificati appositamente per questo specifico allestimento. La dotazione comprende sistema audio RCD 215, PID con touchscreen da 5", dispositivo vivavoce Bluetooth e sistema di navigazione. La Volkswagen up! white rispetto alla up! black differisce per i cerchi di colore bianco, come la plancia e le parti esterne dei pannelli delle porte sono verniciati in bianco. Di colore bianco sono anche le cuciture in contrasto e i cadenini dei rivestimenti dei sedili, al pari delle cuciture decorative del rivestimento del pomello del cambio e dell'impugnatura del freno di stazionamento.

Autore:

Tag: Mercato , Volkswagen , francoforte


Top