dalla Home

Retrospettive

pubblicato il 4 settembre 2011

Nozze "d'alluminio" per BMW e MINI

In 10 anni la piccola anglo-tedesca è diventata uno status symbol. Con varie personalità

Nozze "d'alluminio" per BMW e MINI
Galleria fotografica - MINI John Cooper Works CoupGalleria fotografica - MINI John Cooper Works Coup
  • MINI Coupé - anteprima 1
  • MINI Coupé - anteprima 2
  • MINI Coupé - anteprima 3
  • MINI Coupé - anteprima 4
  • MINI Coupé - anteprima 5
  • MINI Coupé - anteprima 6

In casi come questi, l'allusione (presente nel titolo) non si riferisce ad alleanze industriali piuttosto che a joint venture finalizzate alla costruzione di scocche in materiali leggeri. Sono infatti passati 10 anni da quando, nel 2011, la MINI targata BMW è sbarcata sul mercato, iniziando una decade di successi commerciali basati su abili politiche di marketing e trainati dai meccanismi legati al binomio auto-status symbol che si sono innescati di conseguenza. Ripercorriamo insieme le tappe che hanno caratterizzato la seconda vita di quest'auto iconica, dalla rinascita ai giorni nostri.

UN OMAGGIO A SIR ALEC
Prima di iniziare, merita un breve cenno la Mini originale, quella progettata dall'igegnere britannico (di origini greche e nato nella città turca di Smirne), Alec Issigonis, diventato baronetto - e quindi "Sir" - soprattutto grazie all'auto creata nel 1959. Assieme alla Ford T, al Volkswagen Maggiolino, alla Citroen 2 CV e alla Fiat 500 è un modello entrato a pieno diritto nell'elitaria cerchia di automobili che hanno fatto la storia, per la loro genialità in termini di design, soluzioni tecniche e popolarità tra la gente. Il remake messo in atto da BMW con il prototipo del 1998, disegnato da Frank Stephenson, ha fatto proprio leva sull'immagine cool della piccola inglese, aggiungendo ulteriori dettagli di stile che, se ai tempi sono sembrati di secondaria importanza, hanno invece dato ragione alla Casa dell'Elica. Proprio nel 1998 lo stesso Stephenson sottolineava aspetti inconsueti nella descrizione della propria creatura, per quanto si parlasse di un prototipo: il designer amava raccontare, ad esempio, come per la forma del terminale di scarico si fosse ispirato alle lattine della Coca Cola.

BUONA LA PRIMA: FU SUBITO ISTANT CLASSIC
Dopo l'acquisto del brand inglese da parte di BMW nel 1994 e la presentazione del prototipo nel 1998, il lancio commerciale della MINI moderna avvenne infine nel 2001, alias R50 come sigla di progetto o Mk I ("mark one"). La piccola trendy di Oxford si propose inizialmente nelle versioni One e Cooper, motorizzate con lo stesso motore 4 cilindri 1.6 litri (1.598 cc) "Tritec", frutto di una passata joint venture di BMW con la Chrysler, marchio che fu poi acquisito da Mercedes (prima della recente annessione nel Gruppo Fiat). L'unità veniva prodotta in Brasile e sviluppava 90 CV sulla One e 116 CV sulla Cooper. Oltre all'immagine trendy, la prima generazione della MINI odierna si distingueva per l'adozione di un retrotreno a quattro bracci, a garanzia di un handling votato al piacere di guida, grazie anche a una risposta di sterzo tarata per infondere al pilota il "kart feeling", per usare un'espressione legata proprio al marchio MINI. Nell'arco di vita utile della Mk I furono poi introdotte nella gamma la sportiva Cooper S - con compressore volumetrico e 163 CV (iniziali) - e le serie speciali John Cooper Works (JCW), realizzate con kit creati dall'omonima factory del preparatore inglese e montati after market dalle concessionari ufficiali. Ci fu anche spazio per la MINI One D, spinta dal turbodiesel 1.4 da 75 CV di origine Toyota.

NOSTALGICA LA CABRIO, SPECIALE LA BERTONE
Nel 2005 (e fino al 2008) il mercato accolse la MINI Cabrio, presentata al Salone di Parigi del 2004 e declinata nelle versioni One, Cooper e Cooper S, tutte dotate di capote in tela ad azionamento elettrico. Il meccanismo prevedeva l'abbattimento parziale (anche in movimento) per assolvere la funzione di tetto apribile, con la possibilità di lasciare scoperti tutti e quattro i posti, scomparendo dietro i due roll bar fissi e cromati. La MINI senza tetto si presentava inoltre con un richiamo all'antenata del 1959: il cofano posteriore si apriva "a ribaltina", con le cerniere esterne in bella vista. Nel frattempo, la serie limitata John Cooper Works GP vide la luce nel 2006. Si trattò di 2.000 esemplari prodotti da Bertone e caratterizzati dalla presenza di un roll bar interno al posto del divanetto posteriore. Così irrigidito, il telaio metteva a terra i 218 CV del motore della Cooper S, modificato ad hoc per questa special.

UN PO' D'ITALIA NELLA SECONDA SERIE
Un anno dopo fu la volta della seconda generazione della MINI moderna, sigla di progetto R55. La Mk II debuttò nel 2007, con un corpo vettura di maggiori dimensioni, affinamenti alle sospensioni e motorizzazioni sviluppate con il Gruppo PSA Peugeot-Citroen. L'ingegnerizzazione fu inoltre curata dall'Italdesign di Giugiaro (in quegli anni ancora indipendente, prima del recente passaggio al Gruppo Volkswagen). A fianco dell'inedito entry level, rappresentato dal nuovo 1.4 da 95 CV, i motori a benzina della rinnovata MINI erano un 1.6 aspirato da 120 CV e il "parente" turbo da 174 CV, mentre il turbodiesel - sempre di 1,6 litri - era capace di 120 CV, sufficienti a dare vita a un'inedita versione. La Cooper D faceva così capolino nei listini, inaugurando la linea "sportiva" della MINI a gasolio che è giunta fino ai giorni recenti, con l'ultima introduzione della Cooper SD, dotata del 2.0 litri da 143 CV proveniente dalle cugine BMW. A livello di estetica, furono mantenuti i tratti distintivi del design di esterni ed interni. Due esempi fra tutti: la Cooper S ha mantenuto la presa d'aria sul cofano motore - nonostante il nuovo motore turbo presenti l'intercooler dietro il muso della vettura, rendendo superflua a livello funzionale questa feritoia, e nell'abitacolo non è stato abbandonato il grande tachimetro analogico al centro della plancia. La MINI Mk II non rinunciò alla versione aperta, nata nel 2009 al Salone di Detroit, chiamata sempre "Cabrio" e dotata di un dispositivo originale: l'Always-Open-Timer, cronometro in grado di conteggiare quanto tempo si guida l'auto con il cielo sopra la testa. Anno importante, il 2009, fu anche per il rinnovamento della John Cooper Works, maturata con la seconda serie da realizzazione after market ad allestimento speciale ma di serie, coperto da garanzia direttamente dalla Casa madre BMW.

LA WAGON E' CLUBMAN, MA FU COUNTRYMAN
Fu la versione Clubman, nel 2008, a scrivere qualcosa di veramente nuovo nella storia del modello, allungando il corpo vettura, estendendo il passo e proponendo l'insolita configurazione dell'apertura a libro delle porte, sia per il bagagliaio che per l'accesso all'abitacolo. In realtà, solo il lato destro della vettura presenta una piccola porta per accomodarsi sul divano posteriore, mentre dal lato guida (per l'Europa continentale, lato passeggero per la Gran Bretagna) rimane solo lo sportello anteriore. 260 i litri dichiarati per la capacità del vano di carico, che assieme all'utilizzo della variante da 90 CV del turbodiesel 1.6, rappresentarono gli atout della Clubman. Per il resto, furono riproposti gli allestimenti One, Cooper, Cooper S e Cooper D, con l'aggiunta della Cooper SD proprio nel corso dell'anno in corso. Il fil rouge con il passato in un certo senso s'è spezzato con la Clubman, denominazione nata con un facelift negli anni '70 della Mini originale, mentre le varianti giardinetta della piccola inglese furono battezzate "Traveller" o "Countryman", denominazione che ci porta di nuovo ai giorni nostri.

COUNTRYMAN ANCHE IL SUV, COUPE' LA SPORTIVA
I più appassionati del brand avranno già in mente il SUV compatto Countryman, nato nel 2010, ma la MINI ha attraversato la contemporaneità anche con la presentazione di prototipi. L'elettrica MINI E, fra tutte, ha esplorato il campo della mobilità sostenibile con un motore da 204 CV e batterie agli ioni di litio da 380 V e 35 kWh, capaci di garantire 240 km di autonomia a spese del divanetto posteriore, sacrificato per lasciare posto alla sede degli accumulatori. La velocità massima dichiarata è di 152 km/h e la prima flotta di vetture sperimentali è stata sottoposta a diverse campagne di test, come quella conclusa nel Regno Unito proprio nelle ultime settimane. La MINI Countryman, d'altro canto, è entrata nel segmento dei SUV per posizionarsi nella fascia premium, giocando anche le proprie carte da crossover. Non tutte le versioni, infatti, adottano la trazione integrale All4. Per il resto, la carrozzeria rialzata non ha impedito ai tecnici di ricercare tarature favorevoli all'handling, in accoppiamento con la cavalleria delle motorizzazioni più sportive Cooper S e Cooper SD, non precluse alla Countryman. Di prestazioni più elevate tra le MINI di serie si è parlato invece al debutto della MINI Coupé (sportiva a 2 posti "secchi"), nata nel 2011 e capace, nella configurazione John Cooper Works, di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi, grazie ai 208 CV del 4 cilindri di 1.598 cc.

SI PROIETTA NEL FUTURO RIEVOCANDO IL PASSATO
Facendo una breve panoramica sul futuro del marchio MINI, inglobiamo i concept più significativi che hanno occupato gli stand dei saloni e che potrebbero vedere la luce sulle strade di domani. La MINI Roadster (2009) è quella che viene alla mente per prima, perché toglie di fatto il tetto alla Coupé per una guida open air solo per due. L'altra "visione" degna di nota è la MINI Rocketman, vista per la prima volta a Ginevra lo scorso febbraio per rievocare lo spirito originale dell'auto progettata da Issigonis. Non per nulla è stata subito soprannominata come la "Mini MINI". Come dimenticare, infine, i celebri trascorsi sportivi delle Mini da rally, capaci di vincere la celebre tappa di Montecarlo e di ispirare il ritorno della MINI moderna nel campionato mondiale rally WRC: il testimone "racing" è stato infatti raccolto dalla MINI Countryman WRC, vittoriosa per la prima volta in carriera in occasione del recente rally di Germania.

Galleria fotografica - MINI Rocketman ConceptGalleria fotografica - MINI Rocketman Concept
  • MINI Rocketman Concept - anteprima 1
  • MINI Rocketman Concept - anteprima 2
  • MINI Rocketman Concept - anteprima 3
  • MINI Rocketman Concept - anteprima 4
  • MINI Rocketman Concept - anteprima 5
  • MINI Rocketman Concept - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI Cooper SD CountrymanGalleria fotografica - MINI Cooper SD Countryman
  • MINI Cooper SD Countryman - anteprima 1
  • MINI Cooper SD Countryman - anteprima 2
Galleria fotografica - MINI Cooper SD CabrioGalleria fotografica - MINI Cooper SD Cabrio
  • MINI Cooper SD Cabrio - anteprima 1
  • MINI Cooper SD Cabrio - anteprima 2
Galleria fotografica - MINI Cooper SDGalleria fotografica - MINI Cooper SD
  • MINI Cooper SD - anteprima 1
  • MINI Cooper SD - anteprima 2
Galleria fotografica - MINI Countryman WRCGalleria fotografica - MINI Countryman WRC
  • MINI Countryman WRC - anteprima 1
  • MINI Countryman WRC - anteprima 2
  • MINI Countryman WRC - anteprima 3
  • MINI Countryman WRC - anteprima 4
  • MINI Countryman WRC - anteprima 5
  • MINI Countryman WRC - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI John Cooper Works restylingGalleria fotografica - MINI John Cooper Works restyling
  • MINI John Cooper Works restyling - anteprima 1
  • MINI John Cooper Works restyling - anteprima 2
  • MINI John Cooper Works restyling - anteprima 3
  • MINI John Cooper Works restyling - anteprima 4
  • MINI John Cooper Works restyling - anteprima 5
  • MINI John Cooper Works restyling - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI Cooper D Cabrio restylingGalleria fotografica - MINI Cooper D Cabrio restyling
  • MINI Cooper D Cabrio restyling - anteprima 1
  • MINI Cooper D Cabrio restyling - anteprima 2
  • MINI Cooper D Cabrio restyling - anteprima 3
  • MINI Cooper D Cabrio restyling - anteprima 4
  • MINI Cooper D Cabrio restyling - anteprima 5
  • MINI Cooper D Cabrio restyling - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI restylingGalleria fotografica - MINI restyling
  • MINI restyling - anteprima 1
  • MINI restyling - anteprima 2
  • MINI restyling - anteprima 3
  • MINI restyling - anteprima 4
Galleria fotografica - MINI Cooper CountrymanGalleria fotografica - MINI Cooper Countryman
  • MINI Cooper Countryman - anteprima 1
  • MINI Cooper Countryman - anteprima 2
  • MINI Cooper Countryman - anteprima 3
  • MINI Cooper Countryman - anteprima 4
  • MINI Cooper Countryman - anteprima 5
  • MINI Cooper Countryman - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI Cooper S CountrymanGalleria fotografica - MINI Cooper S Countryman
  • MINI Cooper S Countryman - anteprima 1
  • MINI Cooper S Countryman - anteprima 2
  • MINI Cooper S Countryman - anteprima 3
  • MINI Cooper S Countryman - anteprima 4
  • MINI Cooper S Countryman - anteprima 5
  • MINI Cooper S Countryman - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI 2010Galleria fotografica - MINI 2010
  • MINI 2010 - anteprima 1
  • MINI 2010 - anteprima 2
  • MINI 2010 - anteprima 3
  • MINI 2010 - anteprima 4
  • MINI 2010 - anteprima 5
  • MINI 2010 - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI Roadster ConceptGalleria fotografica - MINI Roadster Concept
  • MINI Roadster Concept - anteprima 1
  • MINI Roadster Concept - anteprima 2
  • MINI Roadster Concept - anteprima 3
  • MINI Roadster Concept - anteprima 4
  • MINI Roadster Concept - anteprima 5
  • MINI Roadster Concept - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI One DGalleria fotografica - MINI One D
  • MINI One D - anteprima 1
  • MINI One D - anteprima 2
  • MINI One D - anteprima 3
Galleria fotografica - MINI John Cooper Works CabrioGalleria fotografica - MINI John Cooper Works Cabrio
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 1
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 2
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 3
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 4
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 5
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 6
Galleria fotografica - Nuova MINI CabrioGalleria fotografica - Nuova MINI Cabrio
  • Nuova MINI Cabrio - anteprima 1
  • Nuova MINI Cabrio - anteprima 2
  • Nuova MINI Cabrio - anteprima 3
  • Nuova MINI Cabrio - anteprima 4
  • Nuova MINI Cabrio - anteprima 5
  • Nuova MINI Cabrio - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI EGalleria fotografica - MINI E
  • MINI E - anteprima 1
  • MINI E - anteprima 2
  • MINI E - anteprima 3
  • MINI E - anteprima 4
  • MINI E - anteprima 5
  • MINI E - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI e MINI Clubman John Cooper WorksGalleria fotografica - MINI e MINI Clubman John Cooper Works
  • MINI e MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 1
  • MINI e MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 2
  • MINI e MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 3
  • MINI e MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 4
  • MINI e MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 5
  • MINI e MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI John Cooper WorksGalleria fotografica - MINI John Cooper Works
  • MINI John Cooper Works - anteprima 1
  • MINI John Cooper Works - anteprima 2
  • MINI John Cooper Works - anteprima 3
  • MINI John Cooper Works - anteprima 4
  • MINI John Cooper Works - anteprima 5
Galleria fotografica - MINI ClubmanGalleria fotografica - MINI Clubman
  • MINI Clubman - anteprima 1
  • MINI Clubman - anteprima 2
  • MINI Clubman - anteprima 3
  • MINI Clubman - anteprima 4
  • MINI Clubman - anteprima 5
  • MINI Clubman - anteprima 6
Galleria fotografica - MINI OneGalleria fotografica - MINI One
  • MINI One - anteprima 1
  • MINI One - anteprima 2
  • MINI One - anteprima 3
  • MINI One - anteprima 4
Galleria fotografica - Mini GP KitGalleria fotografica - Mini GP Kit
  • Mini GP Kit - anteprima 1
  • Mini GP Kit - anteprima 2
  • Mini GP Kit - anteprima 3
  • Mini GP Kit - anteprima 4
  • Mini GP Kit - anteprima 5
  • Mini GP Kit - anteprima 6
Galleria fotografica - Mini Cooper S John Cooper WorksGalleria fotografica - Mini Cooper S John Cooper Works
  • Mini Cooper S JCW - anteprima 1
  • Mini Cooper S JCW - anteprima 2
  • Mini Cooper S JCW - anteprima 3
  • Mini Cooper S JCW - anteprima 4
Galleria fotografica - Mini my2004Galleria fotografica - Mini my2004
  • Mini Cooper S - anteprima 1
  • Mini Cooper - anteprima 2
  • Mini Cooper S - anteprima 3
  • Mini Cooper - anteprima 4
Galleria fotografica - Mini Cooper S “John Cooper Works”Galleria fotografica - Mini Cooper S “John Cooper Works”
  • Mini Cooper S “John Cooper Works” - anteprima 1
  • Mini Cooper S “John Cooper Works” - anteprima 2
  • Mini Cooper S “John Cooper Works” - anteprima 3
  • Mini Cooper S “John Cooper Works” - anteprima 4
  • Mini Cooper S “John Cooper Works” - anteprima 5
  • Mini Cooper S “John Cooper Works” - anteprima 6
Galleria fotografica - Mini CabrioGalleria fotografica - Mini Cabrio
  • Mini Cabrio - anteprima 1
  • Mini Cabrio - anteprima 2
  • Mini Cabrio - anteprima 3
  • Mini Cabrio - anteprima 4
  • Mini Cabrio - anteprima 5
  • Mini Cabrio - anteprima 6

Autore:

Tag: Retrospettive , Mini , auto inglesi


Top