dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 agosto 2011

Nuova Fiat Panda, dicono di lei all'estero

E' seducente per i francesi, seria per gli spagnoli, emozionante per i tedeschi...

Nuova Fiat Panda, dicono di lei all'estero
Galleria fotografica - Nuova Fiat PandaGalleria fotografica - Nuova Fiat Panda
  • Nuova Fiat Panda - anteprima 1
  • Nuova Fiat Panda - anteprima 2
  • Nuova Fiat Panda - anteprima 3
  • Nuova Fiat Panda - anteprima 4
  • Nuova Fiat Panda - anteprima 5
  • Nuova Fiat Panda - anteprima 6

Facendo una media aritmetica nasce una nuova Panda ogni dieci anni. Per questo ogni volta che Fiat presenta una nuova generazione, e oggi siamo alla terza, per gli italiani l'evento assume un'importanza tutta particolare, come dimostrano i tanti interventi dei nostri lettori di commenti sul nostro articolo di ieri e sulla nostra pagina di Facebook. Un vero e proprio "Panda Day" che però non si è celebrato solo nel nostro Paese, ma che ha coinvolto tutta la stampa estera specializzata e non, che ormai segue da vicino le vicende di un Lingotto sempre più azienda globale di cui l'utilitaria italiana per eccellenza sarà una delle principali novità del Salone di Francoforte (15-25 settembre).

PIACE IN FRANCIA...
A due passi da Torino, in Francia, la nuova Panda è stata accolta con favore dalla stampa di settore: "Piccolo mais rigolo" titola giocando con le rime Le Nouvel Observateur, per il quale "Fiat è tornata al meglio della sua forma" con la nuova compatta, definita, "seduttrice come non mai". Per la testata francese la Panda di terza generazione "eredita alcune caratteristiche del modello precedente, colmandone le lacune più evidenti. D'ora in avanti lo charme non le farà più difetto". Sulla stessa lunghezza d'onda L'Argus Auto, per il quale la nuova Panda "adesso cura la sua presenza".

...E IN SPAGNA
El Mundo, che titola "Nuevo Fiat Panda 2012: forza Italia!", si attende "che la nuova Panda presenti una maggiore abitabilità, soprattutto in relazione alla larghezza, che era uno dei suoi punti più deboli". "Un prodotto molto più serio, capiente ed attraente" è invece il parere di Terra, che riconosce alla Fiat Panda di "essere sempre stata, anche senza sembrarlo, un prodotto precursore nel suo segmento".

I PARERI D'OLTREMANICA
Mentre Autocar sottolinea come la nuova Panda sia "cresciuta" e anticipa l'arrivo di una Abarth Panda dotata di motore TwinAir 0,9 litri da 105 CV, Car la descrive così: "non la puoi scambiare per nessuna altra vettura che non sia una Panda: il terzo finestrino e i passaruota prominenti sono ormai un marchio di fabbrica della Panda".

I DUBBI DEI TEDESCHI
L'interesse per la nuova Panda è particolarmente alto in Germania, dove il maggiore costruttore nazionale ha di recente svelato una delle sue concorrenti più dirette: la Volkswagen Up!, che però ha due porte in meno. "Come la vecchia 'grande scatola', come trenta anni fa veniva pubblicizzata la Panda, anche la odierna è ricca di emozioni", riporta Autobild, mentre auto motor und sport si sofferma sugli interni: "ad un primo sguardo, la plancia è più complicata della precedente, ma l'impressione è causata dal design bicolore".

DA TYCHY A POMIGLIANO
In Polonia, il Paese in cui negli ultimi 8 anni è stata costruita la Panda II, la presentazione della terza generazione ha dato l'occasione alla Rzeczpolita, principale quotidiano polacco, di fare il punto sulla situazione dell'industria automobilistica nazionale, che vede oltre a Fiat anche GM e Volkswagen fra gli attori principali di un mercato fondamentale per l'economia dell'ex paese comunista. La testata prevede che nel 2011 la filiale italiana di Fiat produrrà 50.000 vetture in meno delle attuali 500.000. La contrazione delle vendite non sarebbe però dovuta al "rimpatrio" della Panda a Pomigliano d'Arco, che a Tychy è stata rimpiazzata dalla nuova Ypsilon, ma piuttosto dalle "vendite deboli nei principali mercati europei nei quali vengono esportati i veicoli polacchi".

Autore:

Tag: Curiosità , Fiat , auto italiane , dall'estero


Top