dalla Home

Mercato

pubblicato il 30 agosto 2011

Jeep Grand Cherokee SRT8: debutto europeo

La Jeep più veloce della storia prepara la strada al SUV Maserati

Jeep Grand Cherokee SRT8: debutto europeo
Galleria fotografica - Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8Galleria fotografica - Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8
  • Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 - anteprima 1
  • Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 - anteprima 2
  • Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 - anteprima 3
  • Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 - anteprima 4
  • Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 - anteprima 5
  • Nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 - anteprima 6

La Jeep Grand Cherokee nacque nel continente americano, dando vita al fortunato fione delle SUV premium. L'Europa è invece stata la culla delle variazioni sul tema più sportive. Tedesche sono infine le principali concorrenti dell'elemento di congiunzione delle considerazioni appena fatte: al Salone di Francoforte (15-25 settembre), infatti, la Jeep Grand Cherokee SRT8 si presenta per la prima volta agli automobilisti europei, dopo il debutto avvenuto la scorsa primavera a New York. La Jeep più potente e veloce della storia "invade" così la terra d'origine delle rivali Porsche Cayenne, BMW X5 M, in attesa che la rinnovata Mercedes Classe M proponga la variante "AMG" e tenendo d'occhio una protagonista d'Oltremanica, la Range Rover Sport Supercharged . La "super Jeep" sarà disponibile presso i concessionari italiani nel primo trimestre 2012, dando tempo alle linee di assemblaggio ex-Bertone di avviare la produzione di una "parente", dal marchio e dalle prestazioni ancora più esclusive: il nuovo SUV Maserati.

HA I NUMERI DALLA SUA PARTE
Le credenziali non le mancano. La Jeep Grand Cherokee SRT8 è infatti dotata di un motore V8 Hemi 6,4 litri di cilindrata in grado di sviluppare 470 CV di potenza e 630 Nm di coppia. L'appellativo di Jeep più performante della storia si traduce così nei classici dati dichiarati per la velocità massima e accelerazione 0-100 km/h: 255 km/h e 4,8 secondi. Poiché si parla di un veicolo di oltre due tonnellate di peso, diventa rilevante anche il valore espresso per lo spazio d'arresto da 100 km/h: 35 metri. Il posizionamento "alto" del baricentro non impedisce alla Jeep Grand Cherokee SRT8 di sviluppare un'accelerazione laterale pari a 0,9 g e l'handling migliora grazie all'incremento della rigidezza torsionale del 146%, frutto dell'applicazione di oltre 5.400 punti di saldatura (a punti e ad arco) e di collanti strutturali.

ATTENZIONI AI CONSUMI. E AI PROSSIMI ARRIVI
La Grand Cherokee SRT8 è il modello più prestazionale del mondo Jeep, ma non dimentica le esigenze dettate dall'attenzione ai consumi. L'adozione di serie della tecnologia Fuel Saver consente di disattivare quattro degli otto cilindri, quando non venga richiesta piena potenza, e grazie al nuovo sistema di scarico attivo con azionamento a valvole il funzionamento a quattro cilindri si estende ad un regime più ampio per garantire una riduzione dei consumi. Il beneficio dichiarato dal costruttore è stimato nel 13% per il ciclo autostradale, con un'autonomia teorica pari a circa 720 km con un solo pieno. In attesa dell'inizio della commercializzazione, fissato per i primi mesi del 2012, è possibile approfondire tutte le caratteristiche tecniche della Jeep Grand Cherokee SRT8 in questo articolo. E, come dicevamo, prepararsi all'arrivo del SUV Maserati, con cui la SRT8 potrebbe condividere delle soluzioni tecniche.

Autore:

Tag: Mercato , Jeep , auto americane , francoforte


Top