dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 agosto 2011

Pedaggio autostrade: in arrivo anche in Germania?

La cancelliera Merkel ne propone l’introduzione alle prossime riunioni di governo

Pedaggio autostrade: in arrivo anche in Germania?

E' tempo di controesodo e, dopo le magnifiche località di villeggiatura, in questi giorni agli automobilisti tocca confrontarsi con ben meno suggestivi luoghi: le autostrade. Non solo per i bollettini di traffico intenso o a causa dei pedaggi, "intensi" anche loro, ma per il portafogli. Sembra però che anche nei Paesi più fortunati in questo senso - in Germania le automobili e le motociclette non sono sottoposte al pagamento per il transito, limitato ai veicoli pesanti oltre le 12 tonnellate - le cose stiano per cambiare. La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha infatti intenzione di introdurre il pedaggio sulle famose autobhan.

Tempio della velocità anche per alcuni nostri concittadini, che diffondono con fierezza in rete le proprie scorribande (del tutto legali, come potete verificare qui) sulla rete autostradale tedesca, le autobhan starebbero per livellarsi alla regolamentazione diffusa un po' in tutto il Vecchio Continente (Gran Bretagna e appunto Germania escluse). Nelle ultime settimane Angela Merkel aveva infatti espresso più volte la volontà di introdurre, negli argomenti all'ordine del giorno delle riunioni di governo, l'istituzione del pedaggio autostradale nella rete viaria del Paese. Tutto era stato rimandato alla ripresa dell'attività politiche dopo la pausa estiva: staremo a vedere se vinceranno le esigenze amministrative della più importante economia d'Europa o gli interessi dell'industria automobilistica con più veicoli di elevata cilindrata (e velocità).

Autore:

Tag: Attualità , auto europee , autostrade


Top