dalla Home

Novità

pubblicato il 30 agosto 2011

Nuova Fiat Panda

Si rinnova la protagonista italiana delle citycar, ma ora è cresciuta e si propone come tuttofare

Nuova Fiat Panda

Ed eccola qui - finalmente - la nuova Fiat Panda, terza generazione di un'auto fondamentale per il mercato italiano a causa della sua storia, dei volumi di vendita e della posizione chiave che ricopre all'interno della gamma del Lingotto. Il Salone di Francoforte (15-25 settembre) ha segnato il primo incontro con il pubblico, mentre a Pomigliano d'Arco (13-14 dicembre) la nuova Fiat Panda si presenta alla stampa come un'auto cresciuta nelle dimensioni (lunghezza 365 cm, larghezza 164, altezza 155 cm, passo 230 cm) e soprattutto nelle ambizioni, tipiche di un veicolo in grado di ricoprire il ruolo di unica vettura di famiglia. A supportare l'evoluzione della Panda ci sono poi i motori: l'accesso è dato dal noto 1.2 Fire da 69 CV (cui seguirà la versione benzina/GPL con la medesima potenza), per passare al TwinAir aspirato e turbo da 65 e 85 CV (prossimamente anche con alimentazione a metano da 80 CV) e al turbodiesel 1.3 Multijet da 75 CV, affiancato a breve dalla variante da 95 CV. La nuova Fiat Panda continua a proporsi nella sola configurazione a 5 porte, mentre la commercializzazione inizia nel 2012 con prezzi che partono da 10.200 euro. Nell'attesa di guidarla, potete scoprire come va nella nostra video-prova.

RIMANE LA TERZA LUCE, SPARISCONO GLI SPIGOLI
Il design della nuova Fiat Panda reinterpreta gli stilemi della "madre", nata nel 2003, proponendo un linguaggio più arrotondato, che strizza l'occhio alla Fiat 500 soprattutto per nervatura longitudinale del cofano motore e il baffo che affianca il marchio sul frontale. La terza luce inserita nel cosiddetto "montante C", introdotta 8 anni fa dal designer Giuliano Biasio per poi diventare un segno distintivo anche della nuova Panda (che mantiene l'"effetto vetro" senza soluzione di continuità), ora s'innesta nei fari posteriori verticali, meno sviluppati in altezza rispetto al passato e raccolti verso il tetto della vettura. In questo modo, il lamierato del portellone risulta più esteso e bombato verso l'esterno (il logo "panda" è ospitato al centro, sulla sede della luce porta-targa), per lasciare spazio sotto di sé ad un'ampia fascia paracolpi sul paraurti, che ingloba le luci di retromarcia e retronebbia. Quest'elemento in plastica nera viene poi ripreso sulla fiancata, dove diventa parte integrante delle portiere, inserito com'è nei raccordi che collegano le fiancate ai passaruota: essendo piuttosto pronunciati, questi elementi conferiscono alla nuova Fiat Panda una certa aggressività. L'allargamento della parte inferiore dell'auto è poi evidente nella vista frontale, dove i gruppi ottici abbandonano le forme squadrate del precedente modello, smussando i propri angoli e posizionandosi più in alto, verso la base del parabrezza. Lo sdoppiamento delle luci diurne, poste sopra i fendinebbia, sposta le linee verso il basso, dando l'impressione finale di una vettura più "piantata" a terra e rastremata verso l'alto. Per i colori della carrozzeria della nuova Fiat Panda sono previste 10 tonalità, mentre le ruote da 14 e 15 pollici possono essere dotate di cerchi in lega di due design differenti o cerchi in acciaio con altrettante tipologie di coppe copriruota. Tre, infine, gli allestimenti previsti per distinguere altrettanti livelli di finitura

"TASCONE": UN AMICO RITROVATO
Sono invece quattro gli ambienti previsti per gli interni della nuova Fiat Panda, la cui architettura evolve ereditando i tratti distintivi di entrambe le sue antenate: come la capostipite disegnata da Giorgetto Giugiaro (1980), infatti, la nuova Panda adotta un'ampia mensola, integrata però in una plancia caratterizzata dalla "torretta" che fa sede alla leva del cambio, proprio come l'attuale modello (2003) ci ha abituato. Il remake del "tascone portaoggetti" progettato per la nuova Panda adotta un guscio colorato che ne avvolge tutto il perimetro, incorniciando l'intero cockpit che si presenta davanti agli occupanti anteriori: volante, impianto audio e consolle centrale sono infatti racchiusi in quest'elemento, che alloggia anche le bocchette di aerazione e la sede dell'airbag passeggero. Figlie della modernità sono invece le 5 porte, da cui si accede a un abitacolo in cui spiccano i sedili, conformati per l'utilizzo sempre più ad ampio raggio per cui la nuova Fiat Panda è stata pensata (abbandonata, per esempio, la soluzione dei poggiatesta non sellati). Un aggiornamento delle forme quadrate, introdotte dalla "nonna" e portato avanti dalla "mamma", si evince poi dalla presenza degli angoli smussati. Si parte dal volante, così modellato sia nella parte centrale che nelle razze, per spostarsi poco distante alla strumentazione, alla forma del pomello del cambio, degli interruttori dell'impianto Hi-Fi e delle manopole del climatizzatore. Originale è il comando del freno a mano, che s'impugna come le leve presenti sulle imbarcazioni o sugli aerei. Il fil rouge del "quadrato arrotondato" si ritrova infine in dettagli sparsi qua e là negli interni, come il blocchetto d'avviamento del motore, le maniglie di apertura delle porte e i sedili: i poggiatesta, di struttura e materiali simili agli elementi presenti nella Fiat 500, ripresentano la tipica foggia, presente anche nella fantasia dei tessuti di rivestimento. La versatilità della nuova Panda è incrementata dalla presenza dell'optional "cargo box", che permette di abbattere in avanti il sedile del passeggero anteriore per caricare anche i colli più lunghi o usufruire di un tavolino. Il divanetto posteriore mantiene l'attuale meccanismo di scorrimento longitudinale, oltre che la possibilità di sdoppiamento e abbattimento. L'abitabilità gode dell'incremento delle dimensioni rispetto al passato, (+10 cm, +1 cm, + 6 cm rispettivamente in lunghezza, larghezza ed altezza), ma anche di accorgimenti quali l'adozione di schienali assottigliati per i sedili.

TWINAIR, FIRE E MULTIJET PER COMINCIARE
Al capitolo tecnologia, la nuova Fiat Panda condivide con la Lancia Ypsilon la rinnovata piattaforma sviluppata dal Gruppo Fiat per automobili di segmento A e B. Nessuna rivoluzione per l'autotelaio di meccanica, che presenta i collaudati schemi McPherson e a ponte semi-torcente per le sospensioni anteriori e posteriori. I propulsori previsti per il lancio della nuova Panda, d'altro canto, sono tre benzina e un turbodiesel. Le unità a ciclo Otto spaziano dai 65 CV dello 0.9 litri TwinAir - al debutto in versione aspirata - ai 69 CV del 4 cilindri 1.2 Fire, per tornare al bicilindrico sovralimentato e per questo capace di 85 CV. Il 1.3 Multijet di seconda generazione debutta nella variante da 75 CV, dotata di sistema start&stop di serie, come i due bicilindrici ad accensione comandata. Per agevolare il conducente attento ai consumi, inoltre, la nuova Fiat Panda adotta il suggeritore di cambio marcia GSI (Gear Shift Indicator). Nei mesi successivi all'inizio della commercializzazione arriveranno poi le motorizzazioni bi-fuel 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV (benzina/metano) e 1.2 EasyPower da 69 CV (benzina/GPL). Attesa, sempre in un secondo momento, la trasmissione manuale robotizzata DuaLogic, prevista in abbinamento al motore TwinAir, così come si farà attendere ancora qualche mese la Panda 4x4, dotata di trazione integrale. In arrivo, infine, il sistema anti-collisione per velocità inferiori ai 30 km/h, utile nella marcia cittadina (dov'è ancora d'ausilio lo sterzo a servoassistenza elettrica con funzione City) per evitare collisioni durante gli incolonnamenti del traffico.

LUCI DIURNE E DAL CIELO. E UN CO-PILOTA INTEGRATO
Il segmento di appartenenza della nuova Fiat Panda è quello delle citycar, o segmento A, ma l'incremento delle dimensioni della piccola del Lingotto va di pari passo con il cambio di ruolo che la Panda manifesta in questa terza generazione. A supportare la candidatura ad auto sempre più totale, per un utilizzo a 360°, ci sono le dotazioni e gli equipaggiamenti. A livello di sicurezza attiva e passiva, la nuova Panda offre di serie 4 airbag (anteriori e a tendina), ABS con BAS - Brake Assist System, ovvero il sistema che applica automaticamente la massima pressione frenante nelle manovre di emergenza - poggiatesta anteriori con cinematismo "anti colpo di frusta", gruppi ottici con funzione Daytime Running Lights (luci diurne). La nuova Fiat Panda deve però mantenere intatta la fama di auto a prova di mamma che eredita dai modelli che l'hanno preceduta. Per questo, il divanetto posteriore è dotato di attacchi Isofix per assicurare i seggiolini dei più piccoli e di poggiatesta, per i più cresciuti e per gli adulti. Il reparto tecnologico registra l'introduzione del sistema "Blue&Me-Tom Tom Live", dispositivo inedito per la Panda che integra le funzioni di infotainment a quelle di un navigatore portatile, integrato - quando in posizione -nella plancia grazie a un supporto dedicato. L'interconnettività permette inoltre di utilizzare il cellulare e i dispositivi multimediali a distanza, tramite i comandi remoti posti sul volante. Ad integrare le dotazioni della nuova Fiat Panda ci sono infine l'impianto audio con lettore CD/mp3 e, riprendendo un optional dalla lista del precedente modello, il tetto panoramico in vetro Skydome

PRONTA A LANCIARSI NELLA MISCHIA, DAL 2012
Il lancio della nuova Fiat Panda si realizza dunque con una gamma articolata in 4 motori, cambio manuale e trazione anteriore, 3 allestimenti, 4 ambienti interni, 10 colori di carrozzeria, che insieme generano la possibilità di configurare la vettura in più di 600 combinazioni. Dopo il primo appuntamento fissato per il Salone di Francoforte e la celebrazione da parte dei manager e delle istituzioni della sua nascita nello stabilimento di Pomigliano d'Arco, la nuova Panda è pronta ad entrare nei concessionari Fiat nel 2012. E a misurarsi con il gradimento dei pandisti di tutta Italia.

Nuova Fiat Panda

La protagonista italiana delle citycar è cresciuta, ha nuovi motori, ma ha sempre solo 5 porte.

Fiat Panda

Fiat Panda
Nome
Panda
Anno
2012
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA
Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top