dalla Home

Mercato

pubblicato il 23 agosto 2011

Toyota Prius+, la prima 7 posti ibrida

A Francoforte la multispazio green prepara il pubblico al lancio, previsto nel 2012

Toyota Prius+, la prima 7 posti ibrida
Galleria fotografica - Toyota Prius+Galleria fotografica - Toyota Prius+
  • Toyota Prius+ - anteprima 1
  • Toyota Prius+ - anteprima 2
  • Toyota Prius+ - anteprima 3
  • Toyota Prius+ - anteprima 4
  • Toyota Prius+ - anteprima 5
  • Toyota Prius+ - anteprima 6

Il Salone di Francoforte (15-25 settembre) punta i riflettori sulla prima multispazio a 7 posti con tecnologia full hybrid destinata al mercato europeo, la Toyota Prius +. Si tratta dell'ultima occasione per mostrarsi al pubblico prima del debutto commerciale, fissato dalla Casa delle Tre Ellissi per il primo semestre del 2012. L'offerta del costruttore nipponico nel settore dei veicoli ibridi si amplia, dunque, affiancando alla capostipite Prius una variante di carrozzeria MPV, apprezzata dagli automobilisti che si orientino verso un veicolo green, senza però essere disposti a rinunciare a qualcosa in termini di disponibilità e sfruttabilità di spazio all'interno dell'abitacolo.

I "+" DELLA NUOVA PRIUS SI MISURANO COL METRO
La volumetria interna beneficia dell'incremento delle dimensioni esterne apportato rispetto alla berlina Prius. La lunghezza della Prius +, infatti, aumenta di 155 mm, mentre larghezza e altezza registrano un +30 e +85 mm rispettivamente, definendo una forma aerodinamica in grado di omologare la multispazio ibrida con emissioni di CO2 inferiori ai 100 g/km, complice anche l'attenzione al contenimento delle masse. L'alloggiamento della terza fila di sedili ha inoltre giustificato l'estensione del passo, ora più lungo di 80 mm, anche se la vera sfida tecnica degli ingegneri è consistita nel ridefinire la posizione dei componenti del modulo ibrido, per renderne compatibili gli ingombri con la presenza di 2 passeggeri (e relativi bagagli) in più.

IL SEGRETO E' NELLE BATTERIE
La modifica più importante che differenzia la Prius + dalla Prius è l'alloggiamento dello stack di batterie agli ioni di litio, ora dislocato in corrispondenza della consolle centrale, tra i due sedili anteriori. Il nuovo layout è stato reso possibile dalla maggiore compattezza del pacco di accumulatori, che ha permesso di non sottrarre spazio utile nell'abitacolo e nel vano bagagli. Il guadagno ricevuto dalla soluzione brevettata da Toyota con l'acronimo HSD (Hybrid Synergy Drive) è dovuto all'evoluzione dei materiali, poiché la tecnologia agli ioni di litio soppianta quella delle batterie al Nickel Idruro Metallo, per oltre dieci anni fulcro dei veicoli ibridi giapponesi.

Autore:

Tag: Mercato , Toyota , auto giapponesi , francoforte


Top