dalla Home

Mercato

pubblicato il 22 agosto 2011

Renault 4 e Citroen 2 CV usate, francesi per l'estate

Fino a 5.000 euro per le intramontabili transalpine, perfette per il tempo libero

Renault 4 e Citroen 2 CV usate, francesi per l'estate
Galleria fotografica - Renault 4Galleria fotografica - Renault 4
  • Renault 4 - anteprima 1
  • Renault 4 - anteprima 2
  • Renault 4 - anteprima 3
  • Renault 4 - anteprima 4
  • Renault 4 - anteprima 5
  • Renault 4 - anteprima 6

Durante le vacanze diversi lettori le hanno sicuramente avvistate, soprattutto nelle isole dove ancora circolano a dispetto dell'età ormai avanzata. L'una ha passato i 50 anni lo scorso anno, mentre l'altra è più anziana di oltre dieci anni. Stiamo parlando di Renault 4 e Citroen 2 CV, due francesi accomunate dallo stile all'epoca rivoluzionario e dal prezzo imbattibile. Furono infatti create entrambe come superutilitarie per i portafogli meno capienti, ma conquistarono anche la clientela più chic con una ricetta a base concretezza: sospensioni dalla lunga escursione, ampia capacità di carico e meccanica tanto semplice quanto affidabile. Perché non farne oggi una seconda o terza vettura per chi ha la fortuna di avere una seconda abitazione in località di mare o di campagna? Le pagine di automobile.it ospitano regolarmente circa 30 annunci sia per quanto riguarda la Renault 4 che per la Citroen 2 CV, fra cui spulciare e con un po' di pazienza trovare la "francese" che può fare al caso nostro.

USATE ANNI '80
Nonostante una presenza sul mercato lunga oltre mezzo secolo, la stragrande maggioranza di 2 CV ed R 4 sopravvissute fino ai giorni nostri risale alle ultime serie degli anni '80 (la produzione si interruppe rispettivamente nel '90 e nel '92), che fu un periodo d'oro per le due francesi. Le quotazioni sono abbastanza simili: da 2.000 a 5.000 euro a seconda delle condizioni sia per la Renault 4 che per la Citroen 2 CV, che può costare qualche centinaio d'euro in più. Vista l'età, i chilometraggi sono sempre alti ed è praticamente impossibile trovarne in condizioni perfette, a meno che qualche amatore non abbia deciso per un restauro a regola d'arte, il che può farne lievitare il prezzo fino al 50%. La versione più diffusa della 2 CV è la Charleston, commercializzata dal 1980 al 1990, che con la sua carrozzeria bicolore e i fari tondi ancora oggi attira gli sguardi: difficile resistere ad un restauro completo, anche se, essendo un modello molto comune, l'operazione se effettuata con tutti i crismi potrebbe superare l'effettivo valore della vettura. Se però si vuole un mezzo da usare senza troppi riguardi si può soprassedere sulle condizioni e stare sicuri che la robustezza del progetto non riserverà brutte sorprese. I due bicilindrici raffreddati ad aria hanno dato grande prova di affidabilità nel tempo e i ricambi hanno ancora prezzi molto bassi. Se eventuali difetti a motore ed impianto elettrico possono essere riparati in economia e facilmente da qualsiasi autoriparatore, è importante fare attenzione al telaio a longheroni con scocca imbullonata di entrambe, soprattutto alle zone di attacco delle sospensioni che potrebbero essere danneggiate dalla corrosione. Nel caso è meglio desistere dall'acquisto. Certo, è sempre meglio fare un giro di prova, ma a meno di non essere esperti di questi modelli, è difficile capire se l'esemplare in questione è perfettamente a posto o meno, perché scendere da un'auto moderna e salire su una di queste vetture sulle prime può essere un'esperienza sconvolgente, fra sospensioni che più morbide non si può e freni che richiedono una certa dose di calcolo per arrestarsi dove si è deciso. Sempre meglio sottoporre la vettura ad un'ispezione approfondita di un meccanico di fiducia e controllare se i precedenti proprietari abbiano assolto a tutti gli adempimenti burocratici. Come fare ve lo diciamo nella nostra guida all'acquisto dell'auto usata.

LE "SPECIALI"
Fra gli annunci di automobile.it è facile inoltre imbattersi in alcune delle numerosissime serie speciali derivate dalle Citroen 2 CV e Renault 4 standard. Si riescono ancora a trovare alcune Citroen Mehari, l'auto delle vacanze per eccellenza, che dalla 2 CV e dalla Diane ereditavano la meccanica, mentre risultano praticamente introvabili le Renault 4 Plein Air, Frog e JP 4. Oltre alla difficoltà di reperimento bisogna fare i conti con l'esborso, dal momento che le quotazioni di queste "spiaggine", soprattutto per quanto riguarda le derivate dalla R 4, sono piuttosto alte.

Galleria fotografica - Citroen 2CVGalleria fotografica - Citroen 2CV
  • Citroen 2CV - anteprima 1
  • Citroen 2CV - anteprima 2
  • Citroen 2CV - anteprima 3
  • Citroen 2CV - anteprima 4
  • Citroen 2CV - anteprima 5
  • Citroen 2CV - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , auto storiche , usato auto


Top