dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 4 agosto 2011

L’F1 di Heidfeld non è riparabile

Il telaio bruciato della Lotus Renault R31-04 è da buttare

L’F1 di Heidfeld non è riparabile

Chi ha visto il GP d'Ungheria di Formula 1 dello scorso week-end ricorderà di certo l'incendio che ha coinvolto la Lotus Renault R31 di Nick Heidfeld. Altrettanto vivido è il ricordo del balzo che l'esperto pilota tedesco ha fatto per sottrarsi rapidamente alle lingue di fuoco che cominciavano a lambire l'abitacolo. La squadra di Enstone ha oggi annunciato che quella vettura ha riportato danni tali da renderla non riparabile, soprattutto a causa di una piccola esplosione che si è verificata sul lato sinistro dell'auto.

Oltre a sottolineare il livello tecnologico dei materiali utilizzati e una certa vulnerabilità al calore, la Lotus Renault R31 ha dimostrato come possano ancora accadere incidenti simili nonostante l'abbondanza di sensori e dispositivi di controllo. Il telaio R31-04 è quindi da buttare, anche se non è ancora chiaro il motivo dell'incendio. La stessa FIA ha chiesto formalmente spiegazioni alla scuderia inglese, con le indicazioni per evitare il ripetersi di situazioni simili. Al momento si sa solo che l'incendio è scaturito da una qualche rottura dello scarico che durante la sosta ai box ha dato fuoco alla carrozzeria.

Autore:

Tag: Motorsport , Lotus , formula 1 , incidenti , sicurezza stradale


Top