dalla Home

Attualità

pubblicato il 7 giugno 2006

J.D. Power 2006: sestina Lexus!

J.D. Power 2006: sestina Lexus!
Galleria fotografica - J.D. POWER 2006Galleria fotografica - J.D. POWER 2006
  • Le 30 auto più affidabili secondo l\'indagine J.D. Power - anteprima 1
  • I criteri J.D. Power - anteprima 2

Anche quest'anno non c'è storia. Secondo l'osservatorio J.D. Power il marchio automobilistico più affidabile in Inghilterra è sempre Lexus. Ed è il sesto anno consecutivo che la Casa nipponica svetta nella posizione più alta della classifica, questa volta con 873 punti su 1000 attribuibili in totale (+25% rispetto al 2005). In seconda posizione, ma a debita distanza, si è classificato un altro costruttore del Sol Levante, Honda (848 punti) seguito da Skoda (ottimo piazzamento con 842 punti) e da un altro big giapponese, Toyota (838).

Insomma un 2006 caratterizzato dal solito dominio del made in Japan. Il primo marchio europeo di prestigio è BMW, che gode del quinto posto con 820 punti a parimerito con MINI, che è stata probabilmente avvantaggiata dal patriottismo degli inglesi. Il comunicato stampa J.D. Power sottolinea poi come 4 modelli fra i 10 ritenuti più affidabili sono costruiti in Gran Bretagna. Come dire... è vero che abbiamo perso tutte le aziende automobilistiche nazionali, ma le auto le sappiamo costruire molto bene!

Le Case italiane, quanto ad affidabilità in UK, sono tradizionalmente i fanalini di cosa. Secondo gli inglesi Alfa Romeo è Fiat, in 25° e 26° posizione, sono addirittura meno affidabili della Daewoo. Lancia invece non compare nella classifica poichè non è commercializzata in Inghilterra.

L'indagine J.D. Power si è svolta come di consueto sulla base delle valutazioni di 15 mila automobilisti britannici chiamati ad esprimere un voto su 77 aspetti (le auto sono possedute in media da 2 anni). Le 77 voci sono state inoltre aggregate in quattro gruppi con peso differenziato: qualità e affidabilità è l'aggregato più importante che incide per un 30% sul risultato finale. L'appeal del veicolo (prestazioni, stile, comfort e dotazioni) pesa invece per un 28%, mentre il servizio della rete di vendita e i costi di gestione pesano rispettivamente per il 22 e il 19%. Lo studio ha incluso 30 marchi e 105 modelli.

La classifica generale può essere visualizzata cliccando qui.

Autore: Filippo Salza

Tag: Attualità


Top