dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 agosto 2011

Auto del terrore

Le protagoniste motorizzate del cinema horror, thriller e splatter

Auto del terrore
Galleria fotografica - Le auto del terrore nel cinemaGalleria fotografica - Le auto del terrore nel cinema
  • Christine, la macchina infernale - anteprima 1
  • Christine, la macchina infernale - anteprima 2
  • Christine, la macchina infernale - anteprima 3
  • Christine, la macchina infernale - anteprima 4
  • Duel - anteprima 5
  • Duel - anteprima 6

Il ciclo estivo di OmniAuto.it dedicato alle automobili del cinema, inaugurato con le >Ferrari di Magnum P.I., prosegue oggi con una veloce carrellata sulle protagoniste di film horror, thriller e splatter, quelli che imperano fra i programmi TV nella stagione calda. La carrellata, che non ha pretese di completezza e che attende i vostri suggerimenti, viene aperta di diritto dalla rossa Plymouth Fury '58 di "Christine, la macchina infernale" (Christine, 1983). Si tratta probabilmente dell'unica automobile indemoniata della storia, in grado di uccidere e rigenerarsi quando viene danneggiata. Durante le riprese del film, basato su un racconto di Stephen King, il regista John Carpenter arrivò a distruggere 21 Plymouth Belvedere, vettura simile alla rarissima Fury del 1958 (5.303 esemplari).

ALTRE VETTURE "POSSEDUTE"
Pur senza voler stilare una classifica delle "auto del terrore", occorre a questo punto citare il capostipite dei veicoli spaventosi: si tratta di un camion, quello di Duel (1971). In questo primo film TV di Steven Spielberg un mastodontico Peterbilt 281 guidato da un folle cerca in tutti i modi di eliminare un tranquillo automobilista a bordo della sua Plymouth Valiant. Ancora più malefica è la scura protagonista di "La macchina nera" (The Car, 1977), senza guidatore e in grado di commettere gli omicidi più efferati. Dietro le forme diaboliche della vettura incriminata si nasconde una Lincoln Continental MK III del 1971, debitamente camuffata dal mago di Hollywood delle trasformazioni George Barris. Di queste ne sono state realizzate 7, 6 delle quali distrutte durante le scene del film.

C'E' ANCHE QUENTIN TARANTINO
Proseguendo in questa panoramica va poi ricordata la Chevy Nova del 1971 che il pazzo Kurt Russel utilizza come strumento dei suoi delitti in "Grindhouse - A prova di morte" (Death Proof, 2007). Il cinefilo e appassionato cultore anni '70 Quentin Tarantino dirige questo curioso e agghiacciante film inserendovi anche una Dodge Charger e una Challenger del 1969 e del 1970, oltre a citazioni di famosi film "automobilistici" come Vanishing Point (1971) e Gone in 60 Seconds (1974). Per chiudere il nostro breve elenco vogliamo ricordare vetture non protagoniste, ma che appaiono in alcuni film importanti del genere. Basti ricordare la ECTO1 dell'horror comico Ghostbusters (1984), un'ambulanza Cadillac del 1959 utilizzata come ufficio mobile degli acchiappafantasmi. Come dimenticare poi la Jeep Gladiator '63 di Tremors (1990) o la Oldsmobile Delta 88 che appare per la prima volta nel pauroso "La casa" (The Evil Dead, 1981) per tornare poi in quasi tutti i film successivi dello stesso regista Sam Raimi. Un ultimo ricordo lo meritano il maggiolino giallo guidato da Jack Nicholson nella splendida scena d'apertura di The Shining (1980) e la Fiat Giannini 500 TV su cui David Hemmings e Daria Nicolodi scorrazzano in Profondo Rosso (1975).

La prossima volta ci occuperemo di Fuori in 60 Secondi (2000) e delle sue rombanti bellezze. Preparate i popcorn!

Autore:

Tag: Curiosità , cinema , VIP


Top