dalla Home

Mercato

pubblicato il 22 luglio 2011

Fiat controlla ufficialmente Chrysler

Acquisito un altro 1,5% di capitale dal Canada, entro l'anno il Lingotto salirà al 58%

Fiat controlla ufficialmente Chrysler

Il Gruppo Fiat detiene il 53,5% del capitale di Chrysler Group LLC. Con l'acquisizione dell'1,5% dal governo del Canada il Lingotto controlla ufficialmente il Colosso di Detroit ed entro l'anno conta di detenerne il 58,5%. Una nota ufficiale comunica che la partecipazione del Canada è costata al costruttore italiano 125 milioni di dollari, mentre altri 500 milioni sono serviti a Fiat per portare a termine l'acquisto della partecipazione del 6% detenuta in Chrysler dal Dipartimento del Tesoro statunitense, come previsto dagli accordi conclusi tra le parti ad inizio giugno.

In base a tali accordi il Dipartimento del Tesoro Statunitense ha inoltre ceduto a Fiat i diritti spettantigli in forza dell'Equity Recapture Agreement, concluso tra lo stesso Dipartimento del Tesoro Statunitense e VEBA il 10 giugno 2009,3 per un corrispettivo di 75 milioni di dollari. Di tale importo, 15 milioni di dollari USA sono stati corrisposti al Canada, in forza di accordi tra quest'ultimo ed il Dipartimento del Tesoro statunitense. Si esaurisce così la presenza di capitale pubblico in Chrysler e il management si può concentrare solo sul profitto. La prossima settimana sarà infatti cruciale per il bilancio di Chrysler. Lunedì il consiglio di amministrazione di Fiat Spa si riunirà in Brasile per comunicare i risultati di Fiat Industrial e martedì quelli di Fiat Auto; un'occasione che servirà a Sergio Marchionne per rendere nota la composizione del nuovo management dell'Alleanza Fiat-Chrysler. Un'unione che ormai è quasi fusione.

Autore:

Tag: Mercato , torino


Top