dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 agosto 2011

La Ferrari di Magnum P.I.

Come un telefilm ha trasformato la 308 GTS in una delle Rosse più famose

La Ferrari di Magnum P.I.
Galleria fotografica - La Ferrari di Magnum P.I.Galleria fotografica - La Ferrari di Magnum P.I.
  • La Ferrari di Magnum P.I. - anteprima 1
  • La Ferrari di Magnum P.I. - anteprima 2
  • La Ferrari di Magnum P.I. - anteprima 3
  • La Ferrari di Magnum P.I. - anteprima 4
  • La Ferrari di Magnum P.I. - anteprima 5
  • La Ferrari di Magnum P.I. - anteprima 6

Tempo d'estate, tempo di vacanze, ma anche tempo di meritati riposini pomeridiani di fronte alla TV accesa. Con questo primo articolo, dedicato a Magnum P.I. e alla sua Ferrari, vogliamo offrirvi l'occasione per conoscere qualcosa di più sulle auto protagoniste di film e telefilm che durante la stagione calda vengono trasmessi a ripetizione su tutti i canali televisivi. Nulla di meglio, quindi, che cominciare questa nostra rubrica estiva con la rossa Ferrari 308 GTS che accompagna per le assolate strade hawaiane il detective Thomas Sullivan Magnum IV, in breve "Magnum P.I.", durante le otto stagioni dell'omonimo telefilm (1980-1988).

TROPPO BASSA PER TOM SELLECK
In realtà sarebbe meglio parlare delle Ferrari, al plurale, visto che sono tre i modelli della Rossa utilizzati durante le riprese. Quella guidata da Tom Selleck nella prima stagione è infatti una Ferrari 308 GTS del 1979 spinta dal noto V8 di 3 litri e 240 CV in versione USA. Non a caso l'iconica sportiva italiana viene scelta in versione apribile con tettuccio, visto che l'attore americano è alto 1 metro e 95 e non ci starebbe proprio dentro la coupé GTB. La produzione provvede poi a togliere le imbottiture dal sedile e bloccarne le guide nella posizione più arretrata, in modo che Magnum P.I. possa guidarla un po' meglio. Nonostante tutto la testa di Selleck continua a svettare al di sopra del parabrezza e molto raramente lo si vede spostarsi con il tettuccio montato. La targa è "Robin 1", quella personalizzata del fantomatico Robin Masters che ospita nella sua villa alle Hawaii il baffuto investigatore. Curiosamente solo la sigla iniziale mostra un altro numero di targa, il 56E-478 che deriva dalle riprese dell'episodio pilota del 1980.

DOVEVA ESSERE UN PORSCHE
Un retroscena poco noto è che la produzione del telefilm intendeva inizialmente utilizzare una Porsche 928. La Casa tedesca si rifiutò di realizzare uno speciale tetto apribile panoramico extral-large per le riprese aeree e così la scelta cadde sulla Ferrari 308 GTS, dotata per l'appunto di tettuccio asportabile. La prima vettura di Magnum P.I. si riconosce facilmente per il singolo specchietto arrotondato sulla sinistra, per l'assenza dello spoiler posteriore e per gli sfoghi d'aria dietro ai fari in tinta carrozzeria. Durante le riprese vengono in realtà utilizzate più vetture: una per le scene d'azione e una per le immagini ravvicinate, mentre gli incidenti e gli inseguimenti più movimentati vedono protagoniste delle finte Ferrari realizzate appositamente su telaio Pontiac Fiero.

VENDUTE ALL'ASTA
Già a partire dalla seconda stagione la Ferrari protagonista delle avventure hawaiane diventa una 308 GTSi, versione dotata di iniezione meccanica (214 CV), riconoscibile per i due specchietti rettangolari e per le griglie nere dietro i fari anteriori. Dalla quarta serie in poi il detective più famoso delle Hawaii viaggia a bordo di una Ferrari 308 GTS Quattrovalvole del 1984, vettura con 235 CV, nuove grate nere di uscita aria sul cofano anteriore e spoiler nero "a ponte" dietro la testa del pilota. Nell'episodio numero 13 della sesta stagione il protagonista della serie utilizza anche una 308 GTS Quattrovalvole di colore verde, sempre di Robin Masters. Grazie al telefilm la Ferrari 308 è diventata una delle Rosse più conosciute al mondo e ancora oggi molti la chiamano la "Ferrari di Magnum P.I." Per tutti i cultori della serie ricordiamo che le vetture originali utilizzate durante le riprese sono state vendute all'asta nel 1988 e che molte sono ancora ospitate in musei, collezioni private d'America e agli Universal Studios di Hollywood.

Nell'appuntamento "cinematografico" di giovedì prossimo vi racconteremo delle automobili protagoniste di film horror, thriller e d'azione. Rimanete con noi!

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , cinema , VIP , auto italiane


Top