dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 luglio 2011

Le marche più vendute in Ue da gennaio

Alfa Romeo straccia tutti, mentre le americane soffrono e le tedesche crescono

Le marche più vendute in Ue da gennaio

I dati sulle immatricolazioni in Europa a giugno ci spingono ad una riflessione sull'andamento delle vendite dei diversi marchi automobilistici dall'inizio dell'anno. In sei mesi è evidente che a crescere di più nel Vecchio Continente è stato il marchio Alfa Romeo, che - grazie soprattutto alle vendite di Giulietta - ha registrato nel primo semestre 2010 un incremento del 47,8%, in controtendenza rispetto agli altri marchi italiani (tutti in calo). Per trovare il secondo classificato occorre scendere di oltre 10 punti percentuali fino al +33,6% incassato da Mitsubishi, che è seguito dal +29,7% di Lexus. Le vendite più sofferte sono invece quelle dei marchi americani, con addirittura un -59,5% di Cadillac e Corvette. In discesa ci sono anche i marchi francesi, mentre crescono - sebbene non tutti a doppia cifra - quelli tedeschi. Sul fronte asiatico c'è molta differenziazione, vediamo quindi più da vicino qual è la situazione.

ITALIANE E FRANCESI IN CALO, TEDESCHE IN BUONA SALUTE
I marchi italiani, come abbiamo accennato, sono tutti in discesa a parte Alfa Romeo. Nel primo semestre 2011 da solo il marchio Fiat ha registrato un -19,1%, quello Lancia un -13,9% e quelli di lusso (Maserati e Ferrari) un -6,1%. Nel complesso il Gruppo Fiat ha perso il 12,6% rispetto al 2010. In calo sono anche i francesi, con il Gruppo PSA a -7% e quello Renault a -10,5%. Nel dettaglio a perdere di più è stato il marchio Renault (-11,4%), seguito da Peugeot (-7,2%), Citroen (-6,7%) e Dacia (-6,5%). Stanno bene invece i tedeschi. Grazie ad un +22,2% di MINI e ad un +8,4% di BMW il Gruppo di Monaco di Baviera vanta un +10,9%. Non è a due cifre, ma è comunque ottimo anche il risultato del Gruppo Volkswagen, che è cresciuto nel primo semestre del 6% con tutti i marchi in crescita: Volkswagen +5,6%; Audi +8,6%; Seat stabile; Skoda +7,8%; Bentley, Bugatti e Lamborghini +7,2%. Segue Daimler con un +1,8%, che soffre di una lieve discesa per smart (-1%), ma conta su un +2,2% di Mercedes.

ARRETRANO LE AMERICANE, STRADE DIVERSE PER LE NORD EUROPEE
Nonostante in Nord America le Tre Big siano in ascesa, qui in Europa le loro vendite sono in calo. Solo il Gruppo GM da gennaio 2011 ha segnato un +1,8% - con Opel/Vauxhall a +2,4%, Chevrolet a -1,1% e gli altri marchi in pesante discesa (-59,5%) -, Ford ha perso il 6,2% e Chrysler il 30,6%. Diminuiscono anche le vendite di Jaguar-Land Rover (-5,2%), tuttavia in questo gruppo è il lusso di Jaguar a soffrire con un -19,6%. Da solo Land Rover è praticamente stabile rispetto al 2010 (+0,2%). Regge bene il mercato, nonostante le difficoltà manageriali che sta attraversando, la Volvo (+13,1%).

ASIATICHE, C'E' CHI SCENDE E C'E' CHI SALE
Nonostante vada alla grande Lexus (+29,7%) il Gruppo Toyota è arretrato nel primo semestre dell'8,2%, con il brand Toyota a -9,4%. Nissan ha invece guadagnato il 16,5%, Hyundai il 9,1% e Mitsubishi, come abbiamo già detto, si è distinto per un +33,6%. Tutti gli altri asiatici sono in calo o pressappoco allo stesso livello del 2010, pensiamo a Kia che ha perso appena lo 0,1%. Più consistente è il passo indietro compiuto dalle giapponesi Mazda ed Honda, che entrambe si sono attestate attorno al -23%. Di quasi 7 punti percentuali è invece la flessione registrata dalla nipponica Suzuki.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top