dalla Home

Mercato

pubblicato il 13 luglio 2011

Una coupé su quattro è Mercedes

In 10 anni ha conquistato il 24% del segmento in Italia. La prossimaa fase: SUV o coupé?

Una coupé su quattro è Mercedes
Galleria fotografica - C, E, CLS, CL: i coupé Mercedes-BenzGalleria fotografica - C, E, CLS, CL: i coupé Mercedes-Benz
  • C, E, CLS, CL: i coupé Merceeds-Benz - anteprima 1
  • C, E, CLS, CL: i coupé Merceeds-Benz - anteprima 2
  • C, E, CLS, CL: i coupé Merceeds-Benz - anteprima 3
  • C, E, CLS, CL: i coupé Merceeds-Benz - anteprima 4
  • C, E, CLS, CL: i coupé Merceeds-Benz - anteprima 5
  • C, E, CLS, CL: i coupé Merceeds-Benz - anteprima 6

Da 10 anni a questa parte una coupé su quattro in Italia porta il marchio della Stella sul cofano. Sono i dati diffusi da Mercedes-Benz durante un incontro con la stampa, nel quale abbiamo scoperto che il 24% delle 250.000 coupé acquistate nel nostro Paese nell'ultimo decennio (sono circa 60.000) è arrivato da Stoccarda. In questo periodo la classica coupé sportiva (escludendo dunque le "sedicenti coupé", più spesso delle tre porte ribattezzate tali dal marketing) ha poi sofferto la concorrenza del SUV, che a partire dall'inizio degli anni 2000 ha preso il suo posto come vettura d'elezione della clientela con alte capacità di spesa diventata sempre meno interessata al piacere di guida e maggiormente all'impatto visivo, all'apparenza. Pare però che il vento stia cambiando.

DALLE SEC ALLA CL
Le ragioni del primato Mercedes sono facili da comprendere: oltre ad una tradizione ultracinquantennale che origina dalle 300 S W188 del 1952, nel 1996 la Casa teutonica abbandonò la denominazione SEC impiegata sin dal 1981 e nel 1999 e alla fine degli anni '90 avviò la formazione di quella che oggi è la gamma più articolata di coupé che ci sia. Si cominciò con la CLK del 1997, ma la nomenclatura attuale venne avviata con la CL C215 che nelle versioni 500 e 600 ed AMG 55 e poi 63 concluse il suo ciclo nel 2003 per ripartire nel 2006. Negli anni la storia recente delle coupé tedesche ha avuto parentesi gloriose (su tutte le eccezionali CLK GTR, le Black Series, SLR McLaren e l'ultima arrivata SLS AMG) e altre un po' meno... felici (come la CLC). In seno alla gamma Mercedes è poi nato nel 2004 un nuovo concetto di vettura che è stato rivisitato anche da altri concorrenti, come la CLS, giunta oggi alla seconda serie, primo esempio di coupé a quattro porte. Oggi la gamma conta quattro modelli, meno che in alcune fasi del passato recente, ma copre ogni esigenza e ogni portafogli.

AMG PER TUTTE
Il listino delle coupé Mercedes parte infatti da circa 35.000 euro per la Classe C Coupé e può arrivare fino agli oltre 240.000 euro necessari per portarsi a casa quell'eccezionale connubio di comodità, lusso e altissima velocità che rappresenta una CL 65 AMG. Interessante è poi notare come tutte le Mercedes, dunque anche le coupé più "accessibili" come la nuova C Coupé, ma anche la E Coupé, abbiano avuto una versione AMG che le tramuta in oggetti di piacere oltre che di lusso: nel mondo se ne vendono ogni anno circa 20.000, di cui appena 280 in Italia (dato del 2010). Una curiosità del mercato italiano è che fino allo scorso anno la AMG più venduta è stata la ML 63 AMG, un SUV. Su quale sarà la prossima i vertici Mercedes però non hanno dubbi: sarà la C 63 AMG, che nel resto del mondo è già la AMG più diffusa. Che anche in Italia dopo anni di "SUV mania" le coupé stiano ritornando di moda?

Autore:

Tag: Mercato , Mercedes-Benz , serie speciali


Top