dalla Home

Curiosità

pubblicato il 14 luglio 2011

Che cos'è il tutor? "Il casellante"

Due italiani su 5 continuano a rispondere male o ammettono di non conoscerlo

Che cos'è il tutor? "Il casellante"

La parola "tutor" è ufficialmente entrata a far parte del dizionario dell'automobilista nel 2005, ma è ancora sconosciuta a molti. Provate a chiedere ai vostri amici o conoscenti che cos'è ed otterrete le più disparate risposte. C'è addirittura una buona parte di patentati che crede sia il casellante. Ebbene sì, questa è la risposta - chiaramente sbagliata - del 4% degli intervistati dal Centro Studi e Documentazione Direct Line. Secondo i dati raccolti, più di un italiano su cinque (22%) non sa che cosa sia e alcuni pensano che si tratti di una frequenza radio che trasmette informazioni utili a chi transita in autostrada (7%). C'è persino chi la crede una nuova figura professionale presente nelle aree di sosta per dare supporto agli automobilisti (7%) e la percentuale sale quando a rispondere sono giovani guidatori tra i 18 e i 24 anni (12%).

Nonostante queste bizzarre definizioni, c'è per fortuna un buon numero di intervistati (78%) che sa che il tutor è un sistema per monitorare la velocità media sostenuta dalle auto in un determinato tratto autostradale. E più specificamente, conosce il significato del termine l'82% di uomini contro il 74% di donne. L'indagine di Direct Line, compagnia di assicurazione auto on line, offre anche uno spaccato territoriale da cui si evince che coloro che conoscono meglio le funzioni del tutor sono bolognesi (96%), milanesi (89%), torinesi (86%) e bresciani (84%). Meno aggiornati sono i cittadini di Palermo (65%). Infine il 24% dei cagliaritani crede che il tutor sia una frequenza radio che trasmette informazioni a chi guida in autostrada. "Attualmente il controllo della velocità tramite Tutor, attivo su circa 2.500 km di carreggiate, ha permesso di registrare una significativa riduzione della velocità media e della velocità di picco, determinando anche una netta diminuzione dell'incidentalità e delle conseguenze alle persone", ha giustamente ricordato Barbara Panzeri, Marketing Director Direct Line.

Autore:

Tag: Curiosità , viaggiare , autostrade


Top