dalla Home

Tecnica

pubblicato il 31 maggio 2006

Volvo Multi-Fuel

Volvo Multi-Fuel
Galleria fotografica - Volvo Multi-FuelGalleria fotografica - Volvo Multi-Fuel
  • Volvo Multi-Fuel - anteprima 1
  • Volvo Multi-Fuel - anteprima 2
  • Volvo Multi-Fuel - anteprima 3
  • Volvo Multi-Fuel - anteprima 4
  • Volvo Multi-Fuel - anteprima 5
  • Volvo Multi-Fuel - anteprima 6

Le questioni ambientali legate alla mobilità sono ormai la problematica numero uno da risolvere per le Case automobilistiche, sempre più impegnate nel ricercare e sviluppare alternative attuabili ai normali combustibili.
In tal senso gli svedesi continuano a sfoderare progetti molto interessanti dal punto di vista dell'eco-compatibilità, potenzialmente in grado di "cambiare le cose" in futuro.

Un esempio concreto arriva da Volvo che, al "Michelin Challenge Bibendum 2006" di Parigi (8 - 12 giugno), presenta la Multi-Fuel, un prototipo di vettura del tutto nuova, ottimizzato per essere alimentata con ben cinque tipi di carburante: il bioetanolo E85, il metano di origine biologica (biogas) o estrattiva, la benzina e l'hythane (una miscela formata per il 10% da idrogeno e il 90% da metano).

Il Multi-Fuel rispetta virtualmente tutte le norme anti-inquinamento possibili ed immaginabili, compresa la futura Euro 5. Funzionando con combustibili rinnovabili puri, quali l'idrogeno, il biogas e il bioetanolo, questo motore ha un apporto netto quasi nullo sull'anidride carbonica totale, che genera l'effetto serra.

Volvo Car Corporation non crede che la strada verso una mobilità sostenibile sia unica, ma è consapevole che le condizioni locali variano da un paese all'altro e non c'è ancora un combustibile rinnovabile che possa sostituire completamente quelli fossili.

Autore:

Tag: Tecnica , Volvo


Top