dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 13 luglio 2011

Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa

I prototipi sperimentali percorrono fino a 1.000 km con un pieno

Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa
Galleria fotografica - Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia eGalleria fotografica - Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia e
  • Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa - anteprima 1
  • Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa - anteprima 2
  • Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa - anteprima 3
  • Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa - anteprima 4
  • Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa - anteprima 5
  • Volvo C30 e V60 elettriche ad autonomia estesa - anteprima 6

Volvo prosegue la sperimentazione sulle vetture elettriche ad autonomia estesa, dotate di motore termico "Range Extender" che amplia il raggio d'azione fino a 1.000 km. Dopo aver presentato la V60 ibrida plug-in a gasolio - che abbiamo potuto provare in anteprima - il nuovo programma di sviluppo supportato dalla Comunità europea e dall'agenzia svedese per l'energia prevede la realizzazione di tre diversi prototipi basati su Volvo C30 e V60, veicoli che saranno sottoposti a prove di utilizzo nei primi mesi del 2012. L'obiettivo è quello di arrivare a produrre entro i prossimi anni una vettura elettrica con ampie possibilità di movimento ed emissioni di CO2 ampiamente inferiori ai 50 g/km.

C30 IBRIDO SERIE
I primi due prototipi di studio sono basati sulla Volvo C30 Electric, cui è stato aggiunto un motore 3 cilindri a combustione interna che può funzionare a benzina o con miscela di etanolo E85. In entrambi i casi il pacco batterie è stato ridotto per fare spazio al 3 cilindri e al suo serbatoio carburante. La prima di queste concept è la C30 ibrido serie Range Extender, con il motore a benzina da 60 CV ospitato sotto il vano bagagli (+40 litri di serbatoio) che provvede a creare energia per l'unità elettrica motrice anteriore da 111 CV. Su questa vettura il guidatore può anche decidere di dirottare il flusso energetico del 3 cilindri verso la ricarica delle batterie, modalità che permette alla C30 di totalizzare 1.000 km di autonomia contro i 110 km dell'accumulatore.

C30 IBRIDO PARALLELO
La Volvo C30 ibrido parallelo Range Extender monta sempre al posteriore un più potente motore turbo a benzina da 190 CV, che provvede a fornire trazione alle ruote posteriori attraverso un cambio automatico 6 marce. Anche in questo caso il motore termico può fungere da generatore per l'elettrico anteriore da 111 CV; quest'ultimo fornisce la spinta a zero emissioni e in combinazione con il primo porta la potenza totale a quota 300 CV, sufficienti per far accelerare la vettura da 0 a 100 km/h in meno di 6 secondi. L'autonomia massima arriva quindi a 1.000 km, con le batterie che da sole garantiscono 75 km.

V60 IBRIDO PARALLELO
Lo stesso principio di quest'ultima C30 viene applicato alla Volvo V60 ibrido parallelo Range Extender, dove però il motore a scoppio da 190 CV e l'elettrico da 111 CV sono alloggiati sotto il cofano anteriore. I due propulsori trasmettono la potenza sull'avantreno alternandosi in maniera sinergica sulla trasmissione automatica. Fino a 50 km/h la propulsione è esclusivamente elettrica, mentre a velocità superiori il motore turbo fornisce la spinta supplementare e ricarica le batterie in caso di necessità. Sotto il piano di carico posteriore sono alloggiate le batterie che offrono un'autonomia di 50 km e il serbatoio per la benzina o l'E85 che estende il range di utilizzo a oltre 1.000 km.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Volvo , auto europee , auto elettrica , auto ibride


Top