dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 luglio 2011

Chevrolet Cruze, il Diesel anche negli USA

Dal 2013 la GM più venduta nel mondo avrà il motore a gasolio sul mercato interno

Chevrolet Cruze, il Diesel anche negli USA

La Chevrolet Cruze sarà commercializzata con il Diesel anche negli USA. Lo riporta la Associated Press citando due fonti interne a General Motors le quali comunque escludono che la versione alimentata a gasolio della compatta americana sarà in vendita prima del 2013.

IL DIESEL PRENDERÀ PIEDE
A convincere i vertici di GM su questa scelta ci sarebbero tre fattori. Il primo è il fatto che il 22% delle Volkswagen vendute in America siano dotate di motore Diesel, con percentuali ben più elevate per la Golf e la Jetta, ovvero concorrenti dirette della Cruze. Quota inusuale per un mercato nel quale solo il 2,7% delle auto vendute è a gasolio, una quota in crescita, ma ancora minima per essere ritenuta significativa a fronte di un prezzo del carburante superiore a quello della benzina e a una differenza nel prezzo di acquisto pari a circa 2mila dollari nel caso delle TDI di Volkswagen. Ma qui entra in ballo il secondo fattore: i consumi. La Jetta a gasolio offre percorrenze autostradali migliori del 35% rispetto alle versioni a benzina a fronte di una coppia motrice pari a quella di molti V6 dai consumi ancora più distanti dal 4 cilindri tedesco. E senza i costi dell'ibrido. Il terzo fattore è l'ottimo risultato che la Cruze dotata del 2 litri Diesel sta ottenendo sul mercato australiano, altro contesto affezionato alla benzina.

BERE GASOLIO PER BERSI IL "CAFE". E VOLKSWAGEN...
La Cruze Diesel sarà dunque uno strumento competitivo per il modello di General Motors più venduto nel mondo e anche negli USA, in particolare nei confronti di Volkswagen, e consentirà di abbassare i consumi medi della gamma verso i limiti di 35,5 mpg fissati secondo le norme CAFE. Per andarvi incontro sono molte le case che prevedono di potenziare la loro offerta di auto motorizzate con il Diesel, persino quelle giapponesi. Le fonti interpellate da AP parlano di una Cruze a gasolio capace di percorrere intorno alle 50 miglia al gallone. Di certo, nel cofano della compatta a Stelle e Strisce non ci sarà l'attuale 2 litri monoalbero, ma un'unità perlomeno profondamente rinnovata e pronta a superare le norme USA in tema di emissioni inquinanti, soglie che non fanno più paura visto che sono del tutto simili all'Euro6, anche loro previste per il 2014 e che renderanno praticamente obbligatoria l'adozione di un filtro per i NOx.

UN NUOVO MOTORE GLOBALE
Il nuovo motore sarà dunque un'unità globale, non più solo europea, sviluppata presso il centro Powertrain GM a Torino dove è noto che è allo studio anche un nuovo 1,6 litri a gasolio destinato a molte auto del gruppo. I livelli di consumo promessi sono nettamente inferiori ai 40-42 mpg delle Volkswagen e questo fa pensare che anche sotto il cofano della Cruze americana possa esserci questo motore, ma non è escluso che si tratti di un 2 litri. Il poter utilizzare la stessa unità in tutto il mondo aiuterebbe inoltre a migliorarne i costi che saranno sempre più ingenti per i motori a gasolio a causa delle loro crescente complessità. Tale fattore ne faceva prevedere la progressiva estinzione fino a qualche anno fa, ma l'imbattibile efficienza dei motori ad autoaccensione sarà sempre più preziosa per andare incontro alle normative sulle emissioni e sui consumi, soprattutto fino a quando il costo dell'ibrido sarà comunque superiore. Chevrolet per filosofia non punta ad avere la tecnologia più avanzata, ma quella che, a parità di costo, offre le prestazioni migliori e il Diesel appare la soluzione migliore anche per il mercato americano, dove il cliente è sì più diffidente verso il gasolio, ma è tradizionalmente più attento di quello europeo al saldo tra i costi di acquisto e quelli di esercizio.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Chevrolet , dall'estero , nuovi motori


Top