dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 8 luglio 2011

I costruttori al governo: "Basta tassare l'auto"

Il Presidente dell'Unrae ha incontrato il Ministro Romani per rilanciare il settore

I costruttori al governo: "Basta tassare l'auto"

Rilanciare il settore dell'auto è la priorità, escogitare soluzioni innovative che coinvolgano tutti i soggetti interessati è la ricetta. L'Unrae, l'Associazione che rappresenta le Case automobilistiche estere in Italia, ha le idee chiare ed è sempre più determinata a far uscire dalla crisi il comparto delle quattro ruote, un settore strategico che con migliaia di posti di lavoro e centinaia di aziende genera complessivamente l'11,4% del PIL italiano e contribuisce per il 16,2% al totale delle entrate tributarie. E' così che ieri il neoeletto Presidente Jacques Bousquet ha incontrato presso il Ministero dello Sviluppo Economico l'Onorevole Romani. L'esito del colloquio, dicono i protagonisti, è stato positivo e Bousquet auspica che questo "segni l'inizio di un nuovo indirizzo di politica legislativa all'insegna della concertazione e di una strategia premiante verso quelle automobili più sicure e più rispettose dell'ambiente".

Se questa infatti sarà in ogni caso la strada che continuerà a percorrere l'Unrae per rilanciare il mercato, in collaborazione con tutte le altre entità che rappresentano gli operatori del settore, il Presidente Bousquet boccia gli interventi a discapito degli automobilisti. "Purtroppo l'importanza del comparto automotive per l'intero Sistema Paese sembra sfuggire al Legislatore che continua a proporre e varare misure fortemente penalizzanti per il settore", ha detto Bousquet, riferendosi alle nuove accise sui carburanti, alla riforma dell'IPT, all'aumento delle tasse a livello locale sulla RC Auto e al recentissimo "superbollo". L'Unrae ha quindi ribadito l'urgenza di un incontro tra tutte le parti coinvolte nel settore auto.

Autore:

Tag: Attualità , bollo auto


Top