dalla Home

Mercato

pubblicato il 5 luglio 2011

Saab prepara la 9-1, la 9-6X e la 9-7

La firma con i cinesi cambia il business plan e fa tornare Vladimir Antonov

Saab prepara la 9-1, la 9-6X e la 9-7

Saab cambia il piano prodotti e prepara la "piccola" 9-1 e altre due novità: la 9-6X e la 9-7. Alla fine, dopo aver ottenuto un prestito per pagare gli stipendi, la Saab Automobile ha convertito il protocollo d'intesa che la legava con la Swedish Automobile alle cinesi Pang Da e Youngman in un accordo vincolante che le consente di pensare al futuro. E' stata così sottoscritta un'ulteriore joint venture per la realizzazione di nuovi prodotti e di un marchio definito "figlio". Gli accordi, soggetti all'approvazione delle autorità competenti, consentono inoltre il ritorno di Vladimir Antonov in qualità di azionista/finanziatore di SWAN e Saab Automobile non appena le parti interessate avranno rilasciato le dovute autorizzazioni.

LE NUOVE SAAB
La nuova joint venture paritaria (50%) e con sede in Svezia tra Saab Automobile e Youngman Passenger Car (la NPJV, New Product Joint Venture) apre la strada allo sviluppo di questi tre progetti completamente nuovi, non presenti nel piano industriale iniziale di Saab Automobile. Si chiamano appunto Saab 9-1, Saab 9-6X e Saab 9-7 e nel loro processo di sviluppo la Saab Automobile avrà il compito di controllare e gestire la progettazione, il processo di sviluppo e test per l'avvio della produzione e dovrà fornire ogni altro supporto tecnico e di controllo qualità. Per farlo Saab Automobile si avvarrà del proprio dipartimento di sviluppo tecnico di Trollhattan, mentre la Youngman Passenger Car fornirà alla joint venture i necessari investimenti finanziari.

"UN MARCHIO FIGLIO"
La trasformazione del protocollo d'intesa non vincolante annunciato il 13 giugno 2011 tra SWAN, Saab Automobile, Pang Da e Youngman in un concordato vincolante non si ferma alla sola New Product Joint Venture. Le parti stanno lavorando per raggiungere accordi vincolanti per un'alleanza strategica a tre costituita da due joint-venture per la distribuzione e la produzione in Cina di veicoli a marchio Saab e veicoli caratterizzati da un "marchio figlio". Inoltre bisogna ricordare che l'accordo NPJV è soggetto all'approvazione delle autorità competenti, cosa che la SWAN, Saab Automobile e la Youngman Auto Passenger contano di ottenere in tempi opportuni. "Questa alleanza offre a Saab Automobile l'opportunità di sviluppare modelli che non erano previsti nel business plan originale come, ad esempio, la 'piccola' Saab, una vettura che è stata a lungo in cima alla nostra lista dei desideri", ha detto Victor Muller, CEO di SWAN e Saab Automobile. "La Saab 9-6X e la Saab 9-7 saranno la chiave per accrescere il prestigio del marchio Saab presso un pubblico ancora più ampio in Cina e negli Stati Uniti, mentre la Saab 9-1 sarà di sicuro interesse in tutto il mondo per chi si sposta spesso in città e nel corto raggio", ha aggiunto Pang Qingnian, CEO di Youngman.

Autore:

Tag: Mercato , Saab , auto europee , produzione , cina


Top