dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 5 luglio 2011

Superbollo auto, come funziona

10 euro al kW sopra la soglia dei 225. Una Lamborghini pagherà fino a 2.900 euro

Superbollo auto, come funziona

Tutte le auto di potenza superiore a 225 kW, ovvero 306 CV, dovranno pagare dieci euro in più per ogni chilowatt oltre tale soglia. E' questa l'entità del nuovo superbollo definito tecnicamente "addizionale erariale della tassa automobilistica". Dunque, dopo giorni di polemiche, anticipazioni ufficiose e smentite, il provvedimento è certo, come si apprende dal testo che la Presidenza del Consiglio ha trasmesso al Quirinale per l'approvazione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. A pagarla saranno dunque i proprietari delle automobili più potenti, quelle cosiddette di lusso (e auspicabilmente costose) che sul mercato del nuovo, listino alla mano, sono oltre 400. E poi, naturalmente, ci sono le auto in circolazione non più in commercio.

QUANDO SI PAGHERA'
Ci vorrà però ancora qualche tempo. ll superbollo, infatti, entrerà in vigore a partire dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (entro pochi giorni), ma prima che l'automobilista sia tenuto a pagare 10 euro al kW, il Tesoro e l'Agenzia delle Entrate dovranno definire come e quando si dovrà pagare la maggiorazione del bollo attuale. Insomma mancano le regole del "gioco" e il Ministero ha ben 90 giorni di tempo per deciderle.

QUANTO SI PAGHERA'
Il calcolo per capire quanto si andrà a pagare in più rispetto al bollo tradizionale è semplicissimo. I kW sono riportati sulla carta di circolazione e se superate la soglia dei 225 kW, non dovrete far altro che moltiplicare il numero di kW in eccedenza per 10 euro. Se non avete il "libretto" a portata di mano o non ricordate il valore in chilowatt, bensì il numero di CV, potete convertire quest'ultimo dividendo il valore per 1,36.

SUPERCAR, (PIU') CARA MI COSTI
Delle auto nuove colpite dal superbollo abbiamo già parlato in questo articolo. Mancavano solo i valori in euro per dare l'idea del rincaro economico conseguente. E allora ecco qualche esempio. Per un'auto sportiva non esagerata - 345 CV e circa 65 mila euro di valore - come l'Audi TT RS bisogna preventivare 249 euro in più ogni anno. Ma si fa presto sfondare il muro del 1.000 euro di superbollo scegliendo un'auto sportiva da circa 400 CV di potenza come un BMW M3 o una Mercedes C63 AMG. L'esborso massimo per un'auto nuova? Lo dovranno sopportare i proprietari dell'auto oggi più veloce e potente del listino, la Lamborghini Aventador che con i suoi 700 CV costerà ogni anno 2.900 euro in più.

LA NORMA
Concludiamo riportando il testo all'articolo 21 della manovra economica messa a punto dal Ministro del'Economia Giulio Tremonti: "A partire dall'anno 2011, per le autovetture e per gli autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e cose è dovuta una addizionale erariale della tassa automobilistica, pari ad euro dieci per ogni chilowatt di potenza del veicolo superiore a duecentoventicinque chilowatt, da versare alle entrate del bilancio dello Stato. L'addizionale deve essere corrisposta con le modalità e i termini da stabilire con Provvedimento del Ministero dell'Economia e delle Finanze, d'intesa con l'Agenzia delle Entrate, da emanarsi entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione. In caso di omesso o insufficiente versamento dell'addizionale si applica la sanzione di cui all'articolo 13 del D. Lgs 18 dicembre 1997, n. 471, pari al 30 per cento dell'importo non versato.

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top