dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 1 luglio 2011

Superbollo, sono 2.145 le auto con più di 170 CV

In attesa dell'ufficializzazione della nuova tassa parla il listino

Superbollo, sono 2.145 le auto con più di 170 CV

L'ipotesi che il superbollo riguarderà le auto con più di 300 CV si sta facendo sempre più concreta. Tuttavia la conferma ufficiale non è ancora arrivata e la manovra potrebbe essere approvata così come era stata presentata l'altro ieri e cioè riguardare tutte le auto che superano i 170 CV. Abbiamo quindi voluto fare chiarezza ed esaminando il listino del nuovo abbiamo trovato più di 2.000 modelli che verrebbero colpiti dal superbollo se questo riguardasse le auto da 170 CV, mentre l'Unrae ha anticipato che dovrebbe pagarlo anche il 10% circa dell'attuale immatricolato. E' importante infatti ricordare che in questi giorni concitati molti media hanno erroneamente chiamato il superbollo come un'imposta contro i SUV e le auto di lusso, ma i SUV in realtà c'entrano poco e niente visto che a dover pagare di più sarebbero anche i proprietari di berline, sportive, cabrio o station wagon, non necessariamente catalogabili come auto di lusso.

SI INIZIA DALLE UTILITARIE "PEPATE"
Nell'elenco di 2.145 vetture nuove con almeno 170 CV di potenza c'è davvero di tutto. Come potete verificare consultando il listino di OmniAuto.it, i tanto menzionati SUV potenzialmente interessati dal superbollo sono 314 modelli, compresi tra la più economica Nissan Juke 1.6 DIG-T Acenta (21.710 euro) e l'Audi Q7 V12 6.0 TDI quattro tiptronic (136.600 euro). A sottolineare il fatto che anche automobili molto meno "odiate" dei SUV possano rientrare nella manovra del Governo, tra le "vessate" più economiche troviamo modelli di segmento B, come la Opel Corsa 1.6 Turbo 192 CV OPC (20.050 euro) - in assoluto l'automobile meno cara del listino a poter essere tassata dal superbollo - seguita dall'Alfa Romeo MiTo 1.4 170 CV Quadrifoglio Verde (che parte da un prezzo di 21.000 euro). Fa compagnia alle due compatte sportive anche il duo del Gruppo Volkswagen formato dalla Skoda Fabia 1.4 TSI 180 CV DSG RS (21.020 euro) e Volkswagen Polo 1.4 TSI DSG GTI (a 21.450 euro in versione 3 porte), così come fa parte del gruppo una delle regine della nicchia di mercato delle hot hatchback, la Renault Clio RS Light 2.0 16v (21.700 euro).

LA FIAT HA LA FREEMONT, VW LA GOLF
Incontriamo il primo modello con il Marchio Fiat sul cofano passibile di superbollo: è la crossover Freemont 2.0 Multijet 16v 170 CV (27.200), ma anche vetture da famiglia più tradizionali come architettura di carrozzeria, le station wagon, non sfuggono alla morsa della super imposta. Tra i vari esempi scegliamo i primi in ordine crescente di prezzo, che mette in prima fila l'Opel Astra Sports Tourer 1.6 Turbo 180 CV Cosmo S (23.650 euro), seguita da un'esponente del segmento D, la Hyundai i40 2.0 GDI 177 CV Comfort (26.200 euro). Non poteva mancare l'automobile più venduta in Europa, la Volkswagen Golf, che fa parte del gruppo con il modello 2.0 GTI 211 CV (la 3 porte costa 27.950 euro).

BMW E MERCEDES SOTTO TIRO
Il Marchio più colpito dal superbollo? E' la Casa bavarese dell'Elica, la BMW (con 438 modelli a listino), seguita a breve distanza dall'acerrima nemica di Stoccarda, la Mercedes, che conta tra le sue auto tassabili 396 vetture. Sul versante opposto troviamo il brandAbarth, che annovera un solo modello tra gli aventi diritto al superbollo (la 695 Tributo Ferrari), seguita dalla controllante Fiat, con in lista due versioni della già citata Freemont. Tra le altre curiosità evidenziate spulciando il listino si trova che ci sono 1131 modelli alimentati a benzina, contro 949 auto funzionanti a gasolio, mentre le ibride coinvolte sono 25. Inoltre, la forbice di prezzo che racchiude tutti i 2.145 modelli è compresa tra i 20.050 euro della Opel Corsa OPC e i 554.840 euro della Maybach 62 S.

LUSSUOSE PER DAVVERO
Guardando all'estermità opposta della "lista degli indagati", troviamo infine le tanto discusse auto di lusso, con tutti i marchi più blasonati coinvolti. Tra i tanti esempi, citiamo la Porsche 911 Turbo (152.182 euro), le Ferrari 458 Italia (197.000 euro) e FF (260.000 euro), affiancate dall'ultima rivale emiliana del Cavallino, la Lamborghini Aventador (306.000 euro). Tra i brand inglesi presenti ci sono la Rolls-Royce Phantom (498.000 euro), la Bentley Continental Supersports (250.000 euro) e l'Aston Martin DBS 5.9 Coupé (247.528 euro).

LA VOSTRA AUTO SI CONTROLLA COSI'
Anche se non siete degli esperti, controllare se la vostra auto sarebbe passibile di superbollo non è complicato. E' sufficiente verificare sulla carta di circolazione il valore di potenza del motore, espresso in kW. Ricordiamo che la conversione tra kW e CV si ottiene moltiplicando per 1,36 il numero che trovate scritto sul vostro libretto. Come ormai sapete, il limite di potenza che discrimina il superbollo è pari a 170 CV, che diventano, per quanto appena detto, 125 kW. Questo è il valore che la vostra auto non deve superare per essere esente dal superbollo.

Autore:

Tag: Mercato , bollo auto


Top