dalla Home

Curiosità

pubblicato il 1 luglio 2011

Una Chevrolet Camaro a Roma

E' l'esemplare di un nostro lettore, immortalato nell'alba della Capitale

Una Chevrolet Camaro a Roma
Galleria fotografica - Chevrolet Camaro all'alba sulle strade di RomaGalleria fotografica - Chevrolet Camaro all'alba sulle strade di Roma
  • Chevrolet Camaro all\'alba sulle strade di Roma - anteprima 1
  • Chevrolet Camaro all\'alba sulle strade di Roma - anteprima 2
  • Chevrolet Camaro all\'alba sulle strade di Roma - anteprima 3
  • Chevrolet Camaro all\'alba sulle strade di Roma - anteprima 4
  • Chevrolet Camaro all\'alba sulle strade di Roma - anteprima 5
  • Chevrolet Camaro all\'alba sulle strade di Roma - anteprima 6

Da Detroit all'Europa, passando per il grande schermo e... sotto il Colosseo. La Chevrolet Camaro, muscle car simbolo del marchio del Cravattino, di strada ne sta facendo e non smette di far girare la testa agli appassionati del genere. Di lei si sta parlando perché ne è stato annunciato il prezzo (39.000 euro la coupé, 44.000 euro la cabriolet), ma anche perché è la protagonista, nei panni di Bumblebee, del terzo episodio della serie Transformers, intitolato Dark of the Moon, al debutto proprio in questi giorni nei cinema. Sulle strade, invece, la Camaro la vedremo a settembre, ma c'è chi non ha saputo aspettare. Parliamo di un nostro lettore, Edoardo, 22enne romano appassionato di auto americane, che è riuscito già ad acquistarla. E noi, impazienti come lui, l'abbiamo voluta fotografare in una cornice esclusiva: le strade di Roma, alle prime luci dell'alba.

VOLERE E' POTERE
E' gialla e, come Bumblebee, ha due stripes longitudinali nere sul cofano, che nasconde un 3.6 V6 da 312 CV. Un motore diverso da quello per l'Europa, a cui verrà destinato un 8 cilindri da 6.200cc. Edoardo, infatti, la sua Camaro se l'è fatta spedire direttamente dagli Stati Uniti, via mare, con l'aiuto di una concessionaria Chevrolet di Roma che è riuscita ad assecondare la sua impazienza. L'importazione si è dunque realizzata per un canale parallelo, seppur coordinata dalla rete di vendita ufficiale, che ha seguito tutte le operazioni necessarie ad omologare la vettura dagli USA all'Italia. Gli interventi hanno riguardato principalmente l'impianto di illuminazione, modificato negli indicatori di direzione (negli States la funzione delle "frecce" è svolta dal lampeggio delle luci di posizione) e nella direzione del fascio prodotto dai proiettori anteriori. Insieme alle tasse doganali e alle spese di immatricolazione, l'adeguamento della coupé americana alle regole del Vecchio Continente è costato circa 5.000 euro, a cui vanno sommati i 3.000 euro richiesti per il trasporto.

IL COSTO DELLA PASSIONE
L'operazione è costata in tutto 40.000 euro, contro i 20.000 dollari della stessa versione negli States e i 39.000 euro della Camaro che arriverà in Italia, dotata però del più prestazionale V8 6.2 da 432 CV e 420 Nm. La maggiore "convenienza" della versione d'importazione ufficiale non ha tuttavia condizionato la scelta di Edoardo, che non dà prezzo alla soddisfazione di poter vedere il sole di inizio estate irradiare i muscoli della carrozzeria della Camaro mentre, davanti all'obiettivo del nostro fotografo, percorre, impettita, i sampietrini di Via dei Fori Imperiali, di Piazza Venezia e ancora di Piazza del Popolo. Il suo passaggio colpisce perché non c'entra nulla con il contesto urbanistico, storico, culturale. Ma è proprio questa caratteristica ad affascinare e consacrare una delle più belle espressioni stilistiche dell'automobilismo moderno "made in USA". Edoardo ha poi un'altra certezza: "per me è l'auto con il miglior rapporto prezzo/passione". Prima di acquistarla aveva preso in considerazione altre muscle car, come la Ford Mustang Shelby e la supercarCorvette, anche se la "fidanzata d'America" è stata scartata per questioni di budget. Un pensiero è poi andato anche alla Dodge Charger R/T. In questa passione per le creature a motore provenienti dagli Stati Uniti rientrano anche le motociclette Harley-Davidson, con cui il nostro lettore pensa, prima o poi, di attraversare coast to coast tutto il territorio nordamericano. L'alternativa alla guida en plein air garantita dalla due ruote di Milwaukee è infine data dalle auto scoperte: tutto sommato, una Camaro Convertible sarebbe la candidata ideale per continuare ad alimentare questo "American Dream".

A SETTEMBRE SARA' PER "TUTTI"
A chi, come il nostro lettore, è stato conquistato dalla Camaro, ricordiamo che a settembre inizierà la commercializzazione sia della coupé (che parte da 39.000 euro) che della cabriolet (posizionata invece a 44.000 euro). Per il mercato europeo saranno poi disponibili solo 2.000 esemplari, già prenotabili nei concessionari della rete ufficiale.

[Fotografo: Federico Oddone]

Autore:

Tag: Curiosità , Chevrolet , lifestyle , roma


Top