dalla Home

Curiosità

pubblicato il 29 giugno 2011

Richiamo per la Lexus RX400h prima serie

Una difettosità dell'inverter può mandare in tilt la propulsione ibrida

Richiamo per la Lexus RX400h prima serie

Toyota Motor Italia ha annunciato una campagna di richiamo che interessa la versione ibrida della vecchia generazione del SUV Lexus RX400h e più precisamente gli esemplari prodotti tra il settembre 2004 e l'agosto 2006. Si tratta di un richiamo preventivo deciso perché l'inverter del sistema ibrido, in particolari condizioni di guida a pieno carico, può danneggiarsi a causa di un difetto di saldatura di alcune componenti.

Se l'inconveniente si verifica, alcune spie, tra cui la spia di malfunzionamento, la spia pattinamento, la spia di allarme impianto frenante e la spia di allarme motore si illuminano sul cruscotto. "Nella maggior parte dei casi - spiega la nota ufficiale Toyota - il veicolo entrerà in una modalità di protezione con una conseguente riduzione della forza motrice. In alcuni limitati casi, il fusibile del circuito di alimentazione potrebbe rompersi determinando l'arresto del sistema ibrido. Non è stato segnalato nessuno di questi casi".

Con una precisione tutta giapponese, il comunicato fornisce anche i dati statistici sul difetto che è stato riscontrato in 98 casi in Giappone, in 69 casi negli USA e in 37 casi in Europa.
Il richiamo delle vetture, prevede un'ispezione della durata di circa 10 minuti. Qualora si riscontrasse la necessità dell'intervento, esso avrà la durata di 4 ore e sarà effettuato gratuitamente. I possessori dei veicoli coinvolti saranno avvertiti tramite una lettera raccomandata A/R.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Lexus


Top