dalla Home

Motorsport

pubblicato il 29 giugno 2011

24h Nurburgring 2011: è ancora Porsche

Cinque vittorie in sei edizioni per la Manthey Racing

24h Nurburgring 2011: è ancora Porsche
Galleria fotografica - Porsche alla 24h del Nurburgring 2011Galleria fotografica - Porsche alla 24h del Nurburgring 2011
  • Porsche alla 24h del Nurburgring 2011 - anteprima 1
  • Porsche alla 24h del Nurburgring 2011 - anteprima 2
  • Porsche alla 24h del Nurburgring 2011 - anteprima 3
  • Porsche alla 24h del Nurburgring 2011 - anteprima 4
  • Porsche alla 24h del Nurburgring 2011 - anteprima 5
  • Porsche alla 24h del Nurburgring 2011 - anteprima 6

Alla 24 Ore del Nurburgring 2011 Porsche si è presa la rivincita contro BMW, l'anno scorso vittoriosa sul Nordschleife. Ad aggiudicarsi il primo posto assoluto la Porsche 911 GT3 RSR della Manthey Racing affidata a Lieb/Bernhard/Dumas/Luhr, che ha percorso 156 giri e 3.958,968 km (nuovo record di gara) staccando di oltre 4 minuti la BMW M3 GT di Müller/Farfus/Alzen/Lamy, mentre il terzo gradin del podio è andato ad Audi con la R8 LMS di Basseng/Fässler/Piccini/Stippler.

L'equipaggio della Casa di Zuffenhausen si è portato al comando intorno alle 23 del sabato e vi è rimasto fino alla bandiera a scacchi, aggiungendo un altra vittoria squadra di casa, che si era già imposta quattro volte a cavallo tra il 2006 ed il 2009. Per BMW la vittoria è sfumata dopo circa 5 ore di gara, quando Jorg Muller ha danneggiato l'anteriore della M3 costringendo i meccanici ad una sosta piuttosto lunga e poi è incappato in una sanzione per aver percorso qualche metro contromano.

Fuori dal podio Mercedes: un lungo pit stop della SLS della Heico Motorsport (Arnold/Margaritis/Brück/Frankenhout) a meno di un'ora dalla fine, quando viaggiava in terza posizione, l'ha fatta precipitare al settimo posto finale, alle spalle dell'altra vettura tedesca della Black Falcon(Heyer/Jäger/Bleekemolen/Seyffarth). La pole position non è bastata alla Ferrari 458 Italia del team Farnbacher che non è andata oltre l'ottavo posto. Farnbacher, Simonsen, Seefried e Melo hanno infatti pagato a caro prezzo una sosta lunghissima e dopo appena quattro ore di gara viaggiavano già staccati di quattro giri.

Autore:

Tag: Motorsport , Porsche , nurburgring


Top