dalla Home

Motorsport

pubblicato il 23 giugno 2011

Formula 1: no ai motori 4 in linea, sì ai V6

Vince la linea di Ecclestone. I 6 cilindri a V turbo dal 2014

Formula 1: no ai motori 4 in linea, sì ai V6

Nonostante la FIA abbia già approvato l'adozione dei 4 cilindri 1.6 turbo a partire dal 2013, la Formula 1 fa dietrofront. La Technical Commission della Federazione Internazionale dell'Automobile ha sposato la linea di Bernie Ecclestone, che aveva giudicato tali propulsori inadeguati alla massima serie automobilsitica, per cui il nuovo motore di Formula 1 avrà un'architettura V6 turbo, ma sarà adottato a partire dal 2014, cioè un anno dopo rispetto a quanto preventivato.

D'accordo con Ecclestone si erano espresse Ferrari, Mercedes ma anche Cosworth, mentre a favore ci sarebbe Renault, la cui produzione di serie è molto più legata ai propulsori quattro in linea rispetto ai concorrenti. Le ragioni del contendere sono diverse: c'è chi sostiene che le unità pensate in un primo momento dalla FIA avrebbero potuto abbassare i costi, in quanto vicine allo stesso genere di motori per i principali campionati mondiali FIA, il WRC e il WTCC. Alcuni però controbattono che difficilmente un motore così piccolo possa fungere da elemento portante come gli attuali, costringendo le squadre a dover riprogettare da capo i telai. Di sicuro la discussione andrà avanti per un bel po'.

Autore:

Tag: Motorsport , formula 1


Top