dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 24 giugno 2011

TAP, il pilota semiautomatico Volkswagen

Il Temporary Auto Pilot guida da solo, fino a 130 km/h

TAP, il pilota semiautomatico Volkswagen
Galleria fotografica - Volkswagen Temporary Auto PilotGalleria fotografica - Volkswagen Temporary Auto Pilot
  • Volkswagen Temporary Auto Pilot - anteprima 1
  • Volkswagen Temporary Auto Pilot - anteprima 2

Si chiama Temporary Auto Pilot, o più brevemente TAP, ed è il sistema di guida semiautomatica sviluppato da Volkswagen per dimostrare le evolute possibilità dei moderni apparati di assistenza alla guida. Il dispositivo, presentato in Svezia nell'ambito del programma europeo di ricerche HAVEit (Highly Automated Vehicles for Intelligent Transport), permette alla vettura che ne è dotata di mantenere una velocità costante (fino a 130 km/h) e la corsia desiderata senza l'intervento del guidatore su volante, acceleratore o freno. Il nuovo TAP è stato sviluppato dal reparto ricerche Volkswagen sotto la guida del prof. Jürgen Leohold, che lo descrive come un sistema a cavallo fra gli attuali dispositivi di assistenza e i futuri apparati di guida automatizzata.

OBIETTIVO SICUREZZA
Secondo il responsabile del progetto il Temporary Auto Pilot è "un passo importante verso la circolazione stradale senza incidenti", e unisce il cruise control adattivo e il Lane Assist per creare un ausilio semiautomatico. Il guidatore mantiene comunque il controllo della vettura dotata di TAP e può disattivarlo in ogni momento in caso di necessità. Scopo principale del sistema è quello di prevenire errori, distrazioni ed esitazioni del pilota durante la guida in autostrada, provvedendo a mantenere una velocità preimpostata, a rispettare la distanza di sicurezza dal veicolo che precede, a ridurre la velocità all'approssimarsi di curve, a rimanere al centro della corsia e ad effettuare le manovre di sorpasso. A differenza dei precedenti prototipi "Junior" e "Stanley", la Volkswagen Passat sesta serie dotata di TAP sfrutta una piattaforma di sensori di normale produzione. Radar, videocamera, ultrasuoni, scanner laser e orizzonte artificiale contribuiscono a guidare tutto il sistema.

Autore:

Tag: Curiosità , Volkswagen , auto europee , sicurezza stradale , dall'estero


Top