dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 23 giugno 2011

L'antifurto per auto funziona via SMS

Si chiama Remote Angel e vuole essere il primo "satellitare" low cost

L'antifurto per auto funziona via SMS

Arriva un SMS ed è l'auto che lo manda. Nel messaggio c'è scritto dove si trova e se qualcuno ha tentato di rubarla o se ci è addirittura riuscito. L'idea è venuta ad un'azienda pugliese operante nel settore dell'elettronica e delle telecomunicazioni - la MAC&NIL - che lancia sul mercato "Remote Angel", un dispositivo che sfrutta la tecnologia GPS, GSM/GPRS e avvisa in tempo reale il proprietario dell'auto, solo tramite SMS, fornendogli le coordinate esatte di ubicazione della vettura (città, indirizzo, numero civico e coordinate). Presentato come "il primo antifurto satellitare low cost", Remote Angel è stato progettato per le utilitarie, che sono le più colpite dal fenomeno "furti" e spesso non vengono dotate di particolari dispositivi di protezione (in Italia, nonostante i 340 furti quotidiani, è persino in calo la stipula di polizze contro il furto!). Tuttavia il dispositivo può essere installato in 7 minuti su qualsiasi modello di auto, anche di camper o addirittura di barca, e permette di essere interpellato anche in remoto con la funzione "Dove Sei", con cui il proprietario può tenere sempre sotto controllo tramite SMS la posizione dell'auto e la sua velocità di andatura (previa iscrizione al sito www.remoteangel.it).

IN CASO DI FURTO, CHI CHIAMA LA POLIZIA?
Remote Angel funziona più o meno come i sistemi di allarme che finora abbiamo ben conosciuto per auto o case: se qualcuno tenta di introdursi illegalmente nel mezzo, così come nella casa, scatta "l'allarme" e partono "le telefonate". Nel caso di Remote Angel però "l'allarme" è impercettibile per il ladro, che ovviamente non deve sapere della sua esistenza (altrimenti lo smonterebbe e l'apparecchio non potrebbe più comunicare dove si trova la vettura e che percorso ha fatto). L'SMS, in caso di tentato o riuscito furto, viene subito inviato al proprietario e ad una lista di numeri da lui impostata. A quel punto sarà lui stesso a chiamare le forze dell'ordine. Remote Angel infatti, a differenza dei comuni antifurti satellitari, non necessita del servizio della centrale operativa per abbattere i costi di gestione ed avere un listino competitivo: 11,90 euro all'anno contro una media di 300 euro per gli antifurti satellitari tradizionali.

QUANTO COSTA
Oltre agli 11,90 euro all'anno per la gestione del servizio, l'automobilista che vuole Remote Angel deve comprarlo. Il dispositivo costa 499 euro (IVA inclusa) e può essere installato da un qualsiasi elettrauto (in una zona nascosta nel bagagliaio) al costo di circa 30-50 euro. L'apparecchiatura quindi non viene noleggiata e in caso di interruzione del servizio resta al proprietario, che invece - nel caso abbia attivo l'abbinamento annuale al servizio, può spostare l'apparecchio su altri mezzi. Si entra qui però nel capitolo "Assicurazione". Trattandosi di un antifurto, Remote Angel permette agevolazioni di risparmio dal 30% all'80% sulla polizza furto e incendio. E' quindi particolarmente vantaggioso per chi ad esempio dispone di un'auto che utilizza solo in certi periodi dell'anno (come in estate) e che quindi ha coperto con un'assicurazione magari semestrale. Altrimenti bisogna stare attenti. Il concetto è: si può trasferire da un mezzo all'altro a patto che si sia adeguatamente assicurati.

Autore:

Tag: Accessori , assicurazioni


Top