dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 15 giugno 2011

Aston Martin-Maybach: matrimonio possibile

La limousine tedesca di seconda generazione sarebbe già pronta per Francoforte

Aston Martin-Maybach: matrimonio possibile
Galleria fotografica - Maybach 57 e 62 restylingGalleria fotografica - Maybach 57 e 62 restyling
  • Maybach 57 e 62 restyling - anteprima 1
  • Maybach 57 e 62 restyling - anteprima 2
  • Maybach 57 e 62 restyling - anteprima 3
  • Maybach 57 e 62 restyling - anteprima 4
  • Maybach 57 e 62 restyling - anteprima 5
  • Maybach 57 e 62 restyling - anteprima 6

Vendite mai decollate, costi di sviluppo e realizzazione altissimi, un'immagine che non ha mai fatto breccia. In poche parole, il rilancio che Daimler sperava del marchio Maybach è stato un flop, come ha confermato lo stesso CEO del Gruppo tedesco Dieter Zetsche ai giornalisti di Automotive News a Stoccarda, in occasione della presentazione della nuova Classe M.

FLOP DI LUSSO
Qualche cifra: 1 miliardo di dollari di investimento a fronte di una produzione che ha raggiunto, nei momenti migliori, poco più di 150 vetture contro le 1.500 previste nei primi giorni della rinascita dello storico marchio teutonico. Lo stesso Zetsche ha poi confermato una voce che circola da qualche mese: per Maybach l'unica alternativa alla chiusura è trovare un partner, che è già stato individuato da mesi: Aston Martin, alla quale "donare" la propria tecnologia in cambio di linee produttive per la nuova limousine. La decisione dovrebbe essere presa a fine mese.

ASSE GAYDON-STOCCARDA
Un'alleanza Aston Martin-Daimler permetterebbe naturalmente reciproci vantaggi per tedeschi e inglesi. Al di qua della Manica la sinergia permetterebbe principalmente lo sviluppo di una Maybach di seconda generazione che succederebbe alle Maybach 57 e 62, in produzione ormai dal 2002 senza che Daimler debba accollarsi tutti i costi. E a questo proposito pare che la concept della nuova Maybach sia già quasi pronta per debuttare al prossimo Salone di Francoforte, in programma dal 15 al 25 settembre. Aston Martin invece guadagnerebbe la possibilità di utilizzare sulle proprie vetture i motori V8 e V12 di Stoccarda, in sostituzione degli attuali risalenti all'epoca Ford, ma anche motorizzazioni Diesel e trasmissioni. Un accordo con Daimler permetterebbe inoltre ad Aston di rilanciare finalmente il marchio Lagonda, un progetto annunciato da anni ma sinora posticipato. Il primo modello anglo-britannico sarebbe il SUV di lusso presentato al Salone di Ginevra 2009, realizzato proprio su base Mercedes GL, segno che i due gruppi sono da tempo in contatto.

Galleria fotografica - Lagonda ConceptGalleria fotografica - Lagonda Concept
  • Lagonda Concept - anteprima 1
  • Lagonda Concept - anteprima 2
  • Lagonda Concept - anteprima 3
  • Lagonda Concept - anteprima 4
  • Lagonda Concept - anteprima 5
  • Lagonda Concept - anteprima 6

Autore:

Tag: Anticipazioni , Maybach , francoforte , auto indiane


Top