dalla Home

Curiosità

pubblicato il 13 giugno 2011

Gordon Brown e il "Project Volvo"

Un piano segreto per vincere le elezioni, lo scoop e la Casa svedese reagisce

Gordon Brown e il "Project Volvo"
Galleria fotografica - Volvo 760Galleria fotografica - Volvo 760
  • Volvo 760 - anteprima 1
  • Volvo 760 - anteprima 2
  • Volvo 760 - anteprima 3

Documenti riservati pubblicati sulla stampa, leader politici di alto livello coinvolti, accuse, smentite e... una Casa automobilistica, Volvo, tirata in ballo a sua insaputa. E' successo nel weekend in Gran Bretagna, dove si è parlato molto di uno scoop apparso venerdì sul The Daily Telegraph: il piano su come Gordon Brown avrebbe dovuto soffiare la leadership del partito laburista a Tony Blair e lanciarsi nella sfida contro l'attuale premier conservatore David Cameron. Nome in codice dell'operazione: "Project Volvo".

VOLVO VS BMW
Le 31 pagine di documenti originali pubblicate dal The Daily Telegraph rivelano che nel febbraio del 2006 un gruppo di spin doctors all'interno del partito laburista britannico sta preparando il rilancio del leader del partito inglese in vista del confronto elettorale, poi perso. Questo piano di marketing politico viene coniato come "Project Volvo" perché nella loro analisi dell'opinione pubblica, i consulenti di Brown scoprono che presso gli elettori indecisi questi ha la fama di persona "robusta, forte", ma anche "austera, severa, tetra", proprio "come una Volvo, una British Rover". Al contrario David Cameron è percepito come "un'auto sportiva, una BMW". Bisogna dunque correre ai ripari, e correggere maniere, movenze, abbigliamento, anche taglio dei capelli all'occorrenza. La storia ha poi consegnato Cameron al premierato britannico, ma con le rivelazioni di queste ore Volvo UK ha colto al volo l'occasione per tirare una stoccata all'ex Primo Ministro.

"POLITICI FUORI DALLA REALTA'"
A poche ore dallo scoop del Project Volvo, l'ufficio stampa inglese della Casa di Goteborg ha obiettato sul paragone pubblicando la seguente nota ufficiale: "I documenti denominati Project Volvo, rivelati oggi, che descrivono un programma per spodestare il precedente Primo Ministro Tony Blair, dimostrano quanto fossero lontani dalla realtà i politici di primo piano del precedente Governo rispetto alla Gran Bretagna d'oggi. Chiaramente prima di titolare il piano, i Laburisti dell'epoca non erano affatto informati sul marchio Volvo". La stoccata finale tocca a Peter Rask, Regional President di Volvo Car UK, Ireland e Islanda: "Se solo il Partito Laburista fosse stato come le Volvo di oggi - dinamico, agile e innovativo - forse l'economia del Regno Unito si troverebbe in una migliore situazione di quanto lo è adesso". Più chiaro di così.

Autore:

Tag: Curiosità , Volvo , VIP , inghilterra


Top