dalla Home

Attualità

pubblicato il 22 maggio 2006

Telepass ricaricabile? A Napoli parte la sperimentazione…

Telepass ricaricabile? A Napoli parte la sperimentazione…

Il giorno in cui il Telepass diventerà una dotazione della maggior parte degli automobilisti italiani potrebbe essere vicino. Non sarà distribuito gratis, previo pagamento di un canone annuale nè consegnato al momento dell'acquisto di un auto nuova. Più semplicemente, la formula che mira ad aumentarne la diffusione è quella di renderlo ricaricabile.

Proprio come un telefonino con carta prepagata, il "Telepass Ricaricabile" non richiede un conto corrente bancario e un abbonamento. Il cliente che possiede l'apparecchio, potrà ricaricarlo in qualsiasi momento con tagli da 25, 50 e 75 EURO, compresivi di del costo della ricarica (pari a € 1 per ogni € 24 di pedaggio). Il costo una tantum dell'apparecchio è invece di 55 EURO.

Il servizio, in collaborazione con le società del gruppo Autostrade, Tangenziale di Napoli e Società Autostrade Meridionali, è stato attivato nelle tratte autostradali dell'area napoletana, in quanto non interconnesse con la rete nazionale, per verificare il gradimento da parte della clientela ed effettuare il 'fine tuning' dei processi distributivi.

In questa fase, quindi, il Telepass Ricaricabile può essere utilizzato esclusivamente sulla Tangenziale di Napoli, sulla Napoli-Pompei-Salerno (A3) e nelle stazioni autostradali di Caserta Sud (A1) e Pomigliano d'Arco (A16). Il prodotto e le ricariche possono invece essere acquistati nei Punto Blu presenti nelle tratte autostradali abilitate. L'apparato è venduto anche presso le principali Aree di Servizio autostradali presenti nel territorio.

A seguire il prodotto verrà reso disponibile nella grande distribuzione organizzata, nelle catene di elettronica di consumo e online in internet. Anche l'operazione di ricarica sarà effettuabile h24 su oltre 50.000 Punti Vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale, rappresentati dalle ricevitorie Sisal e Lis-Lottomatica, circuiti ATM/Bancomat abilitati e Postamat, e online tramite internet.

La formula "ricaricabile" è un ottima soluzione per avvicinare al Telepass gli automobilisti che fanno un utilizzo saltuario dell'autostrada, legato a vacanze o più in generale al tempo libero. In caso di successo, ne risentirebbero molto positivamente i flussi di traffico in entrata e in uscita dai caselli autostradali.

Voi lo usereste?

Autore: Alessandro Lago

Tag: Attualità


Top