dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 giugno 2011

Volvo "salva" gli animali

Il Pedestrian Detection viene sviluppato per frenare anche ad alte velocità

Volvo "salva" gli animali
Galleria fotografica - Volvo, test per evitare incidenti con animaliGalleria fotografica - Volvo, test per evitare incidenti con animali
  • Volvo, test per evitare incidenti con animali - anteprima 1
  • Volvo, test per evitare incidenti con animali - anteprima 2
  • Volvo, test per evitare incidenti con animali - anteprima 3
  • Volvo, test per evitare incidenti con animali - anteprima 4
  • Volvo, test per evitare incidenti con animali - anteprima 5
  • Volvo, test per evitare incidenti con animali - anteprima 6

La sicurezza stradale compie un altro passo avanti e, dopo la messa a punto di sistemi autobloccanti che evitano la collisione tra auto e pedoni, arriva il dispositivo che consente all'automobilista di evitare incidenti con gli animali selvatici. A pensarci è stata ancora una volta Volvo che, partendo dal Pedestrian Detection che ha debuttato sulle S60, V60 e XC60 nel 2010, ne sta migliorando la tecnologia al fine di scongiurare le decine di migliaia di incidenti che ogni anno coinvolgono uomini e animali. Il triste fenomeno infatti non è da sottovalutare. In Paesi come la Svezia ogni anno sono più di 40 mila i casi come questo (nel 2010 sono stati 47.000, come riporta la Swedish Advisory Council on Accidents Involving Wild Animals) e la maggior parte coinvolge le alci (circa 7.000 casi), animali i cui maschi hanno un peso medio di oltre 550 kg e le femmine superano spesso i 400 kg, mentre i piccoli pesano già 15 kg alla nascita.

IL TEST DELL'ALCE
E' quindi facile capire che scontrarsi con un esemplare di alce significa rimanere coinvolti in un incidente d'auto tra i più pericolosi. La maggior parte delle volte rimangono uccisi sia i passeggeri che gli animali, che d'inverno si vedono spesso nei fossi ai bordi delle strade perché mangiano il sale sparso per sciogliere la neve. E proprio perché è così pericoloso andargli addosso in Scandinavia è stato sviluppato il cosiddetto "test dell'alce", che verifica la capacità di un'auto di tenere la traiettoria dopo una violenta sterzata per schivare un ostacolo improvviso, come può essere appunto un alce, che anche negli Stati Uniti e in Canada è tra le principali cause di incidente stradale.

COME FUNZIONA IL DISPOSITIVO VOLVO
Il sistema a cui sta lavorando Volvo è costituito da due parti fondamentali: un sensore radar e una telecamera a infrarossi che monitora il traffico anche al buio. Proprio come il Pedestrian Detection, se un animale attraversa la strada o si trova in traiettoria con l'automobile, il guidatore viene avvertito da un segnale o, se non fa in tempo a frenare, è l'auto stessa a frenare automaticamente per evitare l'impatto. Ora però i tecnici Volvo vogliono andare oltre quei 35 km/h entro i quali il dispositivo entra in funzione e renderlo efficace anche a velocità superiori. I test proseguiranno per almeno uno o due anni ed entro quella data il dispositivo sarà immesso sul mercato.

Volvo, test per evitare incidenti con animali

Volvo sta sviluppando ulteriormente il Pedestrian Detection per evitare incidenti con animali selvatici

Autore:

Tag: Curiosità


Top