dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 31 maggio 2011

Negli USA arrivano le nuove etichette energetiche

C'è scritto tutto, dalle emissioni al costo annuo del carburante. E da noi?

Negli USA arrivano le nuove etichette energetiche
Galleria fotografica - Le nuove etichette energetiche EPAGalleria fotografica - Le nuove etichette energetiche EPA
  • Le nuove etichette energetiche EPA - anteprima 1
  • Le nuove etichette energetiche EPA - anteprima 2
  • Le nuove etichette energetiche EPA - anteprima 3
  • Le nuove etichette energetiche EPA - anteprima 4
  • Le nuove etichette energetiche EPA - anteprima 5
  • Le nuove etichette energetiche EPA - anteprima 6

L'ultimo passo del "programma verde" lanciato da Barack Obama è il nuovo sistema di etichette EPA indicanti l'efficienza energetica che dal 2012 dovranno essere apposte su tutte le automobili in commercio negli Stati Uniti. Il nuovo schema di valutazione dei consumi, varato ben 30 anni fa, adesso fornisce informazioni più dettagliate e prevede la possibilità di comparare le "nuove" motorizzazioni elettriche, ibride plug-in o doppia alimentazione con quelle tradizionali, un'esigenza emersa nel corso della valutazione dell'efficienza della Chevrolet Volt, la cui inedita architettura "range extended" aveva messo in difficoltà i tecnici del Dipartimento dei Trasporti USA e la Environmental Protection Agency.

UN'ETICHETTA PER TUTTE
Adesso il problema è risolto: c'è un'etichetta per le Diesel, per le auto a metano, per le vetture a fuel cell alimentate a idrogeno, per quelle che sono alimentabili a bioetanolo E85 (85% etanolo, 15% combustibili fossili), ad autonomia estesa, ibride plug-in e vetture elettriche, la cui percorrenza è indicata in MPG equivalenti, cioé come se impiegassero comunque benzina o gasolio. Nessuna etichetta dedicata invece per le ibride tradizionali, le uniche attualmente in commercio (come Insight o Prius, che sono le più comuni), dal momento che secondo l'agenzia per la protezione dell'ambiente americana queste ultime funzionano sempre e comunque alimentate da un carburante di origine fossile.

COME SI LEGGE
Le nuove etichette energetiche EPA riportano informazioni dettagliatissime: il tipo di motorizzazione, il dato miglia/gallone e gallone/100 miglia, i valori minimi e massimi del segmento e il migliore dato MPG dello stesso, il costo del carburante annuo stimato (calcolato su 15.000 km e su una proiezione del prezzo), quanto si risparmia rispetto alla media del segmento, una scala da 1 a 10 sul dato di emissioni di CO2, una scala da 1 a 10 sulle emissioni nocive allo scarico ed un codice QR (una sorta di codice ottico a matrice) leggibile attraverso uno smartphone che indirizza al sito della EPA dove si può approfondire nel dettaglio l'efficienza energetica della vettura in questione.

56 voti Sondaggio

Etichette EPA: le vorreste anche in Europa?

  
92%

No

  
7%

 

Autore:

Tag: Attualità , metano , idrogeno , mobilità sostenibile , auto elettrica , carburanti alternativi , inquinamento , dall'estero , carburanti


Top