dalla Home

Motorsport

pubblicato il 30 maggio 2011

Indy 500: finale incredibile nell'edizione dei 100 anni

Il debuttante JR Hildebrand va al muro a pochi metri dalla vittoria. Guarda il video

Indy 500: finale incredibile nell'edizione dei 100 anni

E' un finale incredibile quello che ha concluso la 500 Miglia di Indianapolis 2011, certamente degno di un'edizione del centenario che rimarrà negli annali dello sport, non solo a motore, mondiale. Il protagonista è J.R. Hildebrand, talento 23enne, il suo l'antagonista... la sfortuna. Dopo quasi tre ore di gara e 200 giri Hildebrand si trova a sopresa in testa, in vantaggio sull'esperto Dan Wheldon. Mentre tutti i 500.000 spettatori applaudono il suo giro finale e il giovane campione 2009 della Indy Lights nel suo casco forse già pregusta il sapore del latte (a Indianapolis non si brinda a champagne), accade l'imponderabile: alla curva 4, l'ultima prima del famoso traguardo di mattoncini, c'è il doppiato Charlie Kimball che procede sensibilmente più lento.

Hildebrand sceglie di passarlo all'esterno, ma forse per inesperienza, forse perché semplicemente il destino a volte è crudele, il suo anteriore perde aderenza sullo sporco della traiettoria esterna e la sua Dallara si schianta sul muretto, a pochi metri dalla bandiera a scacchi. La velocità è sufficiente per fargli tagliare il traguardo in seconda posizione, ma non abbastanza perché Wheldon non lo sorpassi. Così la vittoria va a Dan Wheldon, mentre a Hildebrand non rimane che raccogliere gli applausi, comunque meritati, del pubblico di Indianapolis. L'incredibile finale nel video di seguito.

Autore:

Tag: Motorsport


Top