dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 maggio 2011

Shell Eco-marathon 2011: vittoria italiana

Record assoluto del team italiano "mecc-SUN" del Politecnico di Milano

Shell Eco-marathon 2011: vittoria italiana
Galleria fotografica - Shell Eco-marathon 2011Galleria fotografica - Shell Eco-marathon 2011
  • Shell Eco-marathon 2011 - anteprima 1
  • Shell Eco-marathon 2011 - anteprima 2
  • Shell Eco-marathon 2011 - anteprima 3
  • Shell Eco-marathon 2011 - anteprima 4
  • Shell Eco-marathon 2011 - anteprima 5
  • Shell Eco-marathon 2011 - anteprima 6

Si parla italiano sul podio della Shell Eco-marathon Europe 2011, la tradizionale competizione che mette in gara i prototipi più "ecosostenibili" realizzati dagli studenti delle principali sostituzioni europee. Il record assoluto in questa 27esima edizione è andato al team nostrano mecc-SUN, del Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano, che sul Lausitzring, in Germania, è riuscito ad ottenere un risultato eccezionale con il prototipo a energia solare Artemide, confermando peraltro il primato mondiale ottenuto l'anno scorso in Inghilterra. Ecco i numeri della prestazione di Artemide: 9.750 km/litro è il consumo che avrebbe avuto il prototipo "milanese se fosse stato alimentato a benzina, mentre è stata di 1.108 km la distanza percorsa con un solo kWh, mentre il migliore veicolo elettrico in gara alle sue spalle, il prototipo anch'esso solare dei tedeschi della Philipp-Matthaeus-Hahn-Schule, ha percorso 854 km.

PROTOTIPI
Nella classe prototipi ad energia elettrica, per la categoria idrogeno, il team del Polytech Nantes ha battuto il suo stesso record ottenuto lo scorso anno percorrendo 590 km/kWh. Fra i prototipi elettrici, ma con architettura plug-in, la migliore percorrenza è stata ottenuta dagli austriaci del TERA TUGraz con 843 km/wWh. Fra i prototipi con motore a combustione interna la vittoria è andata invece ai transalpini de "La Joliverie" con un prototipo alimentato a benzina che ha percorso la bellezza di 3688 km/l, seguiti dai connazionali dell' INSA di Tolosa che hanno primeggiato nella classe etanolo con 2.944 km/l. Migliore prototipo Diesel quello del IUT GMP di Valenciennes, con una percorrenza di 1.784 km/l.

URBAN CONCEPT
Nella nuova categoria UrbanConcept, veicoli a quattro ruote con caratteristiche vicine alle auto di serie, fra le elettriche si è affermato il prototipo plug-in del team tedesco Fachhochschule Trier (233 km/kWh); fra i prototipi a idrogeno il primato è andato alla De Haagse Hogeschool (104 km/kWh), mentre fra le solari l'UrbanConcept vincente è stato quello della Iselin-Schule, con 184 km/kWh. Il più efficiente degli UrbanConcept a combustione interna è risultato invece quello dei danesi DTU Roadrunners, che hanno percorso 509 km/l con un prototipo a etanolo; migliori fra i prototipi a benzina i francesi del Lycee Louis Delage (397 km/l); fra i Diesel vittoria al Calene del Lycée Jean Baptiste de Baudre (237 km/l).

Autore:

Tag: Curiosità


Top