dalla Home

Attualità

pubblicato il 26 maggio 2011

Infrastrutture, anche la Marcegaglia è delusa

Il Presidente di Confindustria si lamenta dei ritardi. Matteoli "sorpreso"

Infrastrutture, anche la Marcegaglia è delusa

Dopo le critiche al nostro sistema infrastrutturale espresse dal Governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, arrivano le dure parole del presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che oggi - in occasione dell'assemblea annuale - ha detto: "Non possiamo nascondere la nostra delusione. E' da tre anni che non ci stanchiamo di avanzare proposte. Proposte non richieste". Un'affermazione a cui è seguita l'immediata replica del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, che si è detto "sorpreso" dall'intervento pubblico del presidente, in quanto negli ultimi due anni - dice il Ministro in una nota - "sono stati investiti in infrastrutture 13,4 miliardi di euro di risorse private. Sorprende che Emma Marcegaglia nella sua relazione non abbia tenuto conto di quanto il Governo sia riuscito a coinvolgere i privati, attraverso il project financing, per infrastrutturare il Paese e di quanto, in termini normativi, sia stato fatto per semplificare e per attrarre investimenti privati nel settore".

Al presidente Marcegaglia, che alla fine del suo discorso ha riconosciuto che "alcune cose sono state fatte nell'ultimo anno", Matteoli risponde che "negli ultimi tre anni si sono registrati notevoli progressi come è stato a più riprese confermato da Agi e Ance". E poi passa al contrattacco: a lei che si lamenta che le opere non vanno avanti, il ministro replica che spesso le opere non si avviano o si bloccano per i reiterati ed insistenti ricorsi delle stesse imprese che partecipano alle gare pubbliche. "Si può fare - dice Matteoli - meglio e di più, ne siamo consapevoli. Ma affermare che si è fatto nulla o poco è fuorviante e non rispondente al vero".

Autore:

Tag: Attualità


Top