dalla Home

Mercato

pubblicato il 26 maggio 2011

MINI Cooper SD 2.0 143 CV: i prezzi

Sportività diesel per tutta la gamma, dai 25.600 della MINI ai 30.050 della Countryman

MINI Cooper SD 2.0 143 CV: i prezzi
Galleria fotografica - MINI Cooper SD Clubman 50 HamptonGalleria fotografica - MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton
  • MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton - anteprima 1
  • MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton - anteprima 2
  • MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton - anteprima 3
  • MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton - anteprima 4
  • MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton - anteprima 5
  • MINI Cooper SD Clubman 50 Hampton - anteprima 6

Per chi cerca soprattutto le prestazioni da una delle auto che fanno più di tendenza sul mercato, la MINI, il Gruppo BMW ha annunciato a inizio anno l'alternativa del diesel alla motorizzazione a benzina che ostenta la lettera "S" sulla carrozzeria. Il 2.0 litri a gasolio di origine bavarese da 143 CV equipaggia infatti le versioni "SD" di tutti i modelli del Marchio di Oxford, dalla "Berlina" alla "Cabrio", passando per l'eclettica wagon "Clubman" e per il SUV compatto "Countrynman". Come potete constatare dal listino MINI, la distanza che separa il turbodiesel sportivo delle Cooper SD dal 1.6 a benzina da 184 CV delle Cooper S è di 1.000 euro per tutti i modelli della gamma, mentre la forbice di prezzo che divide le Cooper D (dotate del 1.6 da 112 CV) dal diesel "anabolizzato" oscilla intorno ai 4.000 euro, a seconda del modello.

LE CONCORRENTI SONO POLIEDRICHE
Le origini BMW del 4 cilindri turbodiesel di 1.995cc di cilindrata chiamano in causa la compatta di Monaco di Baviera, la Serie 1. La versione 118d Eletta a tre porte, infatti, può essere considerata come una concorrente d'elezione della Cooper SD, dato che i 27.950 euro non si discostano molto dai 25.600 richiesti per la piccola anglo-tedesca. Rimanendo nell'ambito delle auto iconiche, un'alternativa alla nuova MINI diesel è rappresentata dalla Volkswagen New Beetle 1.9 TDI, che, in attesa della commercializzazione della nuova Beetle, parte da 25.300 euro. Tra le rivali della Cooper SD Cabrio, invece, la Peugeot 207 CC 1.6 HDi Feline (23.875 euro) e l'Audi A3 Cabriolet 2.0 TDI Attraction (33.700 euro) sono le più simili per prestazioni, immagine e prezzo. Guardando al segmento di mercato dei SUV, infine, c'è ancora la Casa del Leone tra i Marchi che si contrappongo alla Countryman Cooper SD All4, con il crossover Peugeot 3008 2.0 16v HDi 150 CV, che con i 30.750 euro richiesti per l'allestimento Outdoor è paragonabile alla 4x4 di Oxford.

UNA GAMMA CHE "SI FA IN QUATTRO"...MODELLI
Il listino delle MINI a gasolio si aggiorna quindi a partire dai 25.600 euro della Cooper SD, che rappresenta l'l'entry level del 2.0 turbodiesel da 143 CV. Sono necessari invece 29.900 euro per apprezzare il nuovo motore nella guida en plein air della Cooper SD Cabrio, mentre la particolare architettura della carrozzeria station wagon della Cooper SD Clubman (27.650 euro) può contare sulla coppia di 305 Nm a 1.750 giri/min per spostare i carichi stivati nel bagagliaio. Le doti di coppia del nuovo motore giovano anche alla trazione integrale del quarto modello del listino, la Countryman Cooper SD All4, che con i 30.050 euro richiesti è il top di gamma. Per risparmiare 1.550 euro, comunque, è possibile optare per la versione a due ruote motrici, la Countryman Cooper SD, proposta a 28.500 euro.

Galleria fotografica - MINI Cooper SD CountrymanGalleria fotografica - MINI Cooper SD Countryman
  • MINI Cooper SD Countryman - anteprima 1
  • MINI Cooper SD Countryman - anteprima 2
Galleria fotografica - MINI Cooper SD CabrioGalleria fotografica - MINI Cooper SD Cabrio
  • MINI Cooper SD Cabrio - anteprima 1
  • MINI Cooper SD Cabrio - anteprima 2
Galleria fotografica - MINI Cooper SDGalleria fotografica - MINI Cooper SD
  • MINI Cooper SD - anteprima 1
  • MINI Cooper SD - anteprima 2

Autore:

Tag: Mercato , Mini , auto inglesi , guida all'acquisto


Top