dalla Home

Test

pubblicato il 20 maggio 2011

Citroen DS4, 5 porte con anima da coupé

Comoda e raffinata, la francese convince con il 2.0 HDi 160

Citroen DS4, 5 porte con anima da coupé
Galleria fotografica - Citroen DS4Galleria fotografica - Citroen DS4
  • Citroen DS4 - anteprima 1
  • Citroen DS4 - anteprima 2
  • Citroen DS4 - anteprima 3
  • Citroen DS4 - anteprima 4
  • Citroen DS4 - anteprima 5
  • Citroen DS4 - anteprima 6

E' una compatta rialzata, una coupé 5 porte o una versione premium della C4? Questi sono i dubbi che ci assalgono prima di incontrare la Citroen DS4, ultima nata della Casa francese che proviamo sulle tortuose strade collinari che circondano Barcellona. Vedendola dal vero possiamo dire che il mix delle tre definizioni le si adatta perfettamente, ma il carattere coupé della DS4 è quello più evidente. Altrettanto palesi e piacevoli sono i dettagli premium tipici della gamma "DS", curati e appaganti come le cromature diffuse, le sellerie in pelle degne di una categoria superiore e la qualità percepita dei materiali. In pratica per la DS4 gli ingegneri e gli stilisti Citroen hanno deciso di "farlo strano" ma con classe, andando a solleticare la voglia di lusso ed esclusività della clientela.

ORIGINALE E DI QUALITA'
La prima cosa che balza all'occhio è la forma sfuggente e rastremata della parte posteriore del tetto, che crea un'inedita linea da coupé, un lunotto piccolo e una coppia di portiere aggiuntive posteriori non tanto grandi, ma sufficienti a dare un buon accesso. Una volta entrati all'interno si palesa ancora più chiaramente il raffinato "mood" della DS4, fatto di coccole visive e tattili dedicate all'automobilista. Cromature fumé, rivestimenti in pelle bicolore o con cucitura "a cinturino d'orologio" sono solo due esempi di una lista infinita di finezze costruttive che sembrano prese dal catalogo accessori di un'ammiraglia di lusso. Il paragone regge anche quando si sceglie la plancia interamente rivestita in pelle, esempio di qualità che si abbina alle plastiche in tinta con superficie lavorata e agli inserti metallici con logo DS.

LO SPAZIO C'E'
Lo spazio a disposizione degli occupanti è buono e i passeggeri posteriori, una volta superata la bassa soglia di ingresso, godono di ampio spazio sia in altezza che in larghezza. Pilota e passeggero hanno in più il piacere di una plancia complessa e ben fatta, di una strumentazione d'impatto e di uno spazio per le gambe più che soddisfacente. Il parabrezza panoramico regala una visuale ottima su tutto quanto precede, anche in verticale, regalando un piacevole "effetto cinema". Iil bagagliaio è capiente (370 l), mentre non ci convincono finestrini posteriori fissi, incollati alla portiera. La soluzione ci è stata spiegata come una conseguenza dello stile filante del padiglione e dello "sportello nascosto", ma a noi pare scomodo nell'uso quotidiano. Per questo e per la ridotta dimensione del lunotto posteriore, la luminosità che arriva sui tre posti dietro non è sempre ottimale.

1.6 THP 200 CV
La Citroen DS4 non assomiglia a nessuna auto sul mercato, con una grinta e una forza espressiva molto marcata, soprattutto nella versione 1.6 THP 200 CV con cerchi da 19". Questi riempiono i massicci passaruota, soprattutto quelli dietro che caratterizzano lo stile della fiancata. Non ci resta che mettere alla prova le doti stradali della DS4, che vanta assetto e freni ottimizzati per uno stile di guida dinamico. Partiamo proprio dalla più potente delle DS4, la 1.6 THP 200 CV in allestimento Sport Chic, che costa 28.200 euro. La prima impressione è di grande qualità, di alta sartoria applicata ad un'automobile "possibile", non irraggiungibile ai più. Il motore si fa sentire da subito, con l'apposita membrana di risonanza nel sistema di aspirazione che rende più rauca la voce del 1.6 turbo Twin-Scroll. L'erogazione è potente e rapida, con un pizzico di ritardo al di sotto dei 3.000 giri/min e il meglio che viene fuori da qui ai 6.000 giri/min. L'assetto risponde bene alle sollecitazioni del motore, in grado di dare accelerazioni e velocità molto interessanti, ma avremmo preferito un minore livello di beccheggio e rollio. La guida è tutta diversa da quella della DS3 (tipo kart) e più vicina a quella di un SUV compatto, soprattutto per il buon livello di visibilità anteriore e la sensazione di dominare la strada dal posto guida leggermente rialzato. Cambio mediamente veloce, frenata potente e sicura e sterzo appena un po' meno sensibile del dovuto.

2.0 HDI 160
Giusto per non perdere l'abitudine alle prestazioni sportiveggianti ci viene poi data in prova una Citroen DS4 2.0 HDi 160 So Chic, con interni in pelle bicolore nero-bianco e cerchi in lega da 18" (prezzo base 28.700 euro). La DS4 così motorizzata ha un equilibrio generale notevole, un po' per il maggiore peso che grava sull'avantreno e in parte per l'abbondante coppia di 340 Nm che va braccetto con i 163 CV espressi a 3.750 giri/min. La guida è fluida e senza strappi, con il noto diesel PSA pronto a spingere bene in ogni momento. Il 2.0 HDi che ha già dimostrato le sue doti su molte altre vetture del gruppo sembra perfetto per il carattere sportivo e "fashion" della Citroen DS4, che da alcune angolazioni pare un'originale berlina e da altri un vero coupé con due porte aggiuntive.

BELLA FUORI E DENTRO
Per chiudere, alcune considerazioni generali e i dettagli che non ci hanno convinto. La Citroen DS4 si muove su strada e offre agli occupanti il feeling che ci si aspetta da un simile mix di auto diverse: pare una berlina 5 porte, viaggia come un SUV compatto e a bordo ci si sente su di una coupé! Fra le poche e risolvibili pecche c'è l'assenza di una parte imbottita nella plancia-console centrale là dove la gamba del pilota cerca appoggio, la mancanza di maniglie di appiglio per i passeggeri e il sistema di rilevamento di cambio involontario di corsia che a volte riporta nella seduta del posto guida (vibrazione) segnali poco attendibili. Tutto il resto ci è piaciuto molto, dalla presa di corrente a 230 V, alla funzione di massaggio nel sedile, fino ai ricchi pellami e alla possibilità di personalizzare i colori della strumentazione. In definitiva si può dire che chi rimane colpito dalla linea della DS4 può essere sicuro che le prestazioni, le finiture interne e la guida della nuova Citroen non lo deluderanno.

Scheda Versione

Citroen DS4
Nome
DS4
Anno
2011 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Citroen , auto europee


Listino Citroen DS4

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.6 VTi 120 Chic anteriore benzina 120 1.6 5 € 21.100

LISTINO

1.6 e-HDi 115 Fap Chic anteriore diesel 114 1.6 5 € 23.400

LISTINO

1.6 VTi 120 So Chic anteriore benzina 120 1.6 5 € 23.600

LISTINO

1.6 e-HDi 115 Fap Airdream ETG-6 Chic anteriore diesel 114 1.6 5 € 24.200

LISTINO

1.6 e-HDi 115 Airdream Fap So Chic anteriore diesel 114 1.6 5 € 25.900

LISTINO

1.6 THP 160 c.a.6 So Chic anteriore benzina 163 1.6 5 € 26.500

LISTINO

1.6 e-HDi 115 Fap Airdream Business anteriore diesel 114 1.6 5 € 26.650

LISTINO

1.6 e-HDi 115 Fap Airdream ETG-6 So Chic anteriore diesel 114 1.6 5 € 26.700

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top