dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 18 maggio 2011

Il primo Sky-G di Mazda sarà l'1,3 litri

Debutto in Europa con la Mazda2 ristilizzata al Salone di Francoforte

Il primo Sky-G di Mazda sarà l'1,3 litri

Sarà l'1,3 litri a benzina il primo motore della nuova famiglia SKYACTIV-G di Mazda che troverà presto spazio sulla Mazda2/Demio e che la casa di Hiroshima presenterà in anteprima oggi al centro congressi Pacifico Yokohama di Tokyo.

UN COMPENDIO DI INGEGNERIA
Il nuovo 4 cilindri si caratterizza per le misure nettamente infraquadre (alesaggio per corsa 71x82 mm), l'iniezione diretta con iniettori multiforo, l'elevatissimo rapporto di compressione e il funzionamento a ciclo Miller che comporta l'apertura prolungata delle valvole quando il pistone ha ripreso la fase di compressione per ridurre le perdite di pompaggio e gli attriti interni fino al 30%, grazie anche a un albero motore molto sottile e ad anelli di tenuta a carico ridotto per i pistoni. Quest'ultimi sono caratterizzati da una forma particolare del cielo che rende possibile l'adozione di queste caratteristiche senza incorrere in fenomeni di battito e avere dunque un'elevatissima efficienza.

TUTTO SKY TRANNE SCARICO E CAMBIO
La distribuzione è a doppio albero a camme con variatore di fase continuo e anche il collettore di aspirazione è a geometria variabile e c'è persino l'EGR raffreddato per diminuire la temperatura dei gas di scarico riciclati e diminuire così le emissioni di ossidi di azoto (NOx). Non mancano l'esclusivo sistema di riavviamento i-stop che sfrutta l'effetto "pompa" generato dall'allineamento a metà della corsa si tutti i pistoni per rendere più veloce la riaccensione. La nuova famiglia di motori con tecnologie SKYACTIV contiene ben 130 brevetti e l'unico particolare di questo 1,3 litri che non utilizza le tecnologie SKYACTIV è lo scarico, ma presto questo buco sarà colmato su altre unità della famiglia e su modelli più grandi, primo fra tutti il nuovo SUV compatto CX-5.

IL LANCIO A BREVE SU MAZDA2
La Mazda Demio riutilizzata sarà lanciata sul mercato domestico nel mese di giugno con questo motore che sarà accoppiato con un cambio CVT -anch'esso dunque non appartenente alla generazione di tecnologie SKYACTIV al quale invece appartiene un nuovo cambio automatico a 6 rapporti a ingranaggi epicicloidali dotato di convertitore idraulico di coppia - a variazione continua ottenendo nel ciclo medio giapponese un consumo di 30 km/litro. La potenza dichiarata è di 62 kW (84 CV) a 5.400 giri/min e la coppia è di 112 Nm a 4.000 giri/min, valore massimo non certo elevato, ma erogato con una curva molto favorevole e assai piatta. Il lancio sul mercato europeo è a questo punto prevedibile in autunno con la presentazione della Mazda2 ristilizzata e dotata dei nuovi motori in occasione del Salone di Francoforte.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , nuovi motori


Top