dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 maggio 2011

Lo Yacht Audi è un trimarano ibrido

Uno studio di design prevede due motori TDI e due elettrici

Lo Yacht Audi è un trimarano ibrido
Galleria fotografica - Studio di trimarano ibrido AudiGalleria fotografica - Studio di trimarano ibrido Audi
  • Studio di trimarano ibrido Audi - anteprima 1
  • Studio di trimarano ibrido Audi - anteprima 2
  • Studio di trimarano ibrido Audi - anteprima 3
  • Studio di trimarano ibrido Audi - anteprima 4
  • Studio di trimarano ibrido Audi - anteprima 5
  • Studio di trimarano ibrido Audi - anteprima 6

L'ispirazione è forse venuta guardando una puntata di Top Gear, in cui la Pagani Zonda Roadster veniva accostata al più potente yacht a motore del cantiere monegasco Wally, il "118 Wally Power" appunto. Linea, fibra di carbonio e prestazioni fuori del comune accomunavano le due fuoriserie. A prescindere dal legame con la trasmissione televisiva britannica, il progetto proposto da Stefanie Behringer, studentessa tedesca di design industriale, ha ripreso il concetto reinterpretando in tema nautico le linee e la filosofia del Marchio Audi, dando vita ad un trimarano. Considerata la concretezza dello studio di design, la sede di Monaco del Centro Stile dei Quattro Anelli ha accompagnato la studentessa nella definizione del progetto, forte anche di una presenza pluriennale nel mondo delle regate veliche.

La caratteristica principale di quest'imbarcazione di lusso è data dai due stabilizzatori laterali, in cui sono installati degli ski-jet dotati di motore elettrico. Con questo tipo di propulsione "pulita", a velocità limitata lo scafo Audi è pensato per muoversi a basso impatto ambientale, con un limite nella velocità di 8 nodi (quasi 15 km/h). Per raggiungere la punta massima di 40 nodi (circa 74 km/h), l'imbarcazione si affida però a due propulsori TDI, da 500 CV ciascuno. Il ponte è dimensionato per ospitare fino a 12 persone, mentre le cabine-letto dislocate sotto coperta sono quattro.

Autore:

Tag: Curiosità , Audi


Top