dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 maggio 2011

Nel 2011 il mercato dell'auto perderà il 7,7%

L'annuncio è del neonato Osservatorio UNRAE "Previsioni & Mercato"

Nel 2011 il mercato dell'auto perderà il 7,7%

Il mercato dell'auto in Italia perderà quest'anno il 7,7%, con 1.810.000 vetture immatricolate contro le 1.960.000 del 2010 (che rappresentavano sul 2009 una flessione di ben 21 punti percentuali). A stimarlo è l'Osservatorio Unrae "Previsioni & Mercato", una novità che l'Associazione rappresentante delle Case estere in Italia ha introdotto in questi giorni. L'ufficio statistico dell'Unrae si è infatti evoluto ormai in un vero e proprio Centro Studi, a cui viene affidato il delicato compito di elaborare previsioni sulla base dei dati dell'immatricolato, e non solo. Uno strumento molto utile per le Aziende associate, ma anche per i giornalisti che possono diffondere queste informazioni a un vasto pubblico.

PERCHE' E' UTILE
Grazie ai dati del Centro Studi Unrae vi abbiamo ad esempio informato sul fatto che è il Diesel il carburante che continua a preferire l'automobilista italiano o che le aziende sono i principali clienti di questi ultimi mesi. Le previsioni del mercato italiano delle auto e dei fuoristrada infatti vengono fornite anche disaggregate, ovvero c'è il totale del mercato; la tipologia di utilizzatore (privato, noleggio, società); la tipologia di alimentazione (benzina, diesel, metano, GPL, altre alimentazioni) e i segmenti (A, B, C, D, E e superiori, fuoristrada). "L'Osservatorio Previsioni & Mercato ha anche un elevato valore 'relazionale', diventando un punto di aggregazione e confronto per tutti i soggetti interessati a vario titolo alle dinamiche del mercato automotive", sostengono Gianni Filipponi, Direttore Generale dell'UNRAE e Paolo Zaccardi, Direttore Generale della RAE, la società di servizi dell'Unrae.

LE ULTIME PREVISIONI
Tra le ultime stime dell'Osservatorio Previsioni & Mercato c'è infine quella relativa al secondo trimestre 2011, che consuntiverà 480.000 unità con una flessione del 3,6%. Il terzo trimestre si attesta a 386.000 unità con una crescita - la prima dopo molto tempo - del 2,1%, mentre la domanda di nuove auto da parte dei privati non fornirà segnali incoraggianti, riducendo la rappresentatività su valori attorno al 68% a fine anno, la domanda da parte delle aziende di noleggio e delle società garantirà il sostegno all'intero mercato, rappresentando nel 2011 circa il 16% del totale per il noleggio e il 16,5% per le società, favoriti anche dal rilancio del noleggio a lungo termine e dalle immatricolazioni.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top