dalla Home

Curiosità

pubblicato il 6 maggio 2011

Toyota riqualifica Villa Borghese

Piantati centinaia di alberi per testimoniare l'impegno ambientale

Toyota riqualifica Villa Borghese
Galleria fotografica - Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa BorgheseGalleria fotografica - Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese
  • Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese - anteprima 1
  • Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese - anteprima 2
  • Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese - anteprima 3
  • Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese - anteprima 4
  • Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese - anteprima 5
  • Toyota Motor Italia, riqualificazione di Villa Borghese - anteprima 6

Un assessore, due manager ed un presidente mettono a dimora un albero. E' questa l'azione simbolo di un impegno concreto a favore dell'ambiente che si è svolta oggi a Villa Borghese, nel cuore di Roma. I protagonisti dell'insolita scena sono stati l'Assessore all'Ambiente della Capitale Marco Visconti, l'Amministratore Delegato e CEO di Toyota Motor Italia Massimo Gargano, il Chairman della casa automobilistica giapponese Motonobu Takemoto e il fondatore e Presidente di LifeGate Marco Roveda. Il loro gesto è servito ad inaugurare l'intervento di riqualificazione che ha riguardato alcuni luoghi simbolo del parco romano messo in atto da Toyota Motor Italia, in collaborazione con Roma Capitale e LifeGate Impatto Zero. Nello specifico, grazie al progetto Eco Tagliando - il programma di manutenzione "verde" lanciato da Toyota nel 2008 con cui l'automobilista può scegliere di dare il proprio contributo all'ambiente attraverso una manutenzione mirata della propria auto e il sostegno all'attività di forestazione - è stata ripristinata la Valle dei Platani, mentre nuovi alberi sono stati collocati lungo il Viale di Valle Giulia e quello del Giardino Zoologico, per un totale di 123 ippocastani messi a dimora.

L'intervento, che segue alle altre attività di forestazione che sono già state portate a compimento in Italia nel Parco del Ticino, in Nuova Zelanda, a Panama e in Madagascar, prevede anche la manutenzione completa con irrigazioni periodiche da giugno a settembre e la garanzia di attecchimento per i due anni successivi. "Non ci limitiamo a produrre auto a basso impatto ambientale attraverso processi produttivi ecologici, ma vogliamo dare il nostro contributo concreto, essere buoni cittadini sul territorio in cui operiamo anche attraverso attività di forestazione come quella di oggi", ha detto Massimo Gargano, sottolineando come anche questo gesto voglia rappresentare l'impegno dell'azienda nella salvaguardia ambientale. Un impegno che a Ginevra si è dimostrato più concreto che mai.

Autore:

Tag: Curiosità , Toyota , inquinamento , auto ibride , lifestyle


Top