dalla Home

Tuning

pubblicato il 28 aprile 2011

Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato

E' la prima Alfa "americana". Telaio e motore 8.4 l da 611 CV sono della Dodge Viper

Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato
Galleria fotografica - Alfa Romeo TZ3 Stradale ZagatoGalleria fotografica - Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato
  • Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato - anteprima 1
  • Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato - anteprima 2
  • Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato - anteprima 3
  • Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato - anteprima 4
  • Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato - anteprima 5
  • Alfa Romeo TZ3 Stradale Zagato - anteprima 6

Il tributo di Zagato al Centenaio di Alfa Romeo si completa. Dopo la TZ3 Corsa nata nel 2009, arriva la TZ3 Stradale, ovvero la sua controparte che è stata prodotta in nove esemplari e che rappresenta la prima Alfa Romeo "americana" della storia. A differenza della prima infatti, che è vincitrice del Villa D'Este Design Concept Award 2010 ed è un'auto da pista realizzata in un solo esemplare, la TZ3 Stradale è "un'auto Avant-garde", come la definiscono in Zagato, costruita sul telaio meccanizzato della Viper ACR grazie alla recente joint venture tra il Gruppo Fiat e quello Chrysler (Dodge). La prima delle nove TZ3 Stradale è stata consegnata al collezionista americano Eric King, membro dell'Automobile Museum di Saratoga (NY), e le TZ3 Stradale numero due e tre saranno consegnate in Giappone ed Europa a clienti ancora sconosciuti.

DALLA VIPER TELAIO E MOTORE 8.4 LITRI DA 611 CV
Anche la TZ3 Corsa è stata consegnata ad un collezionista di Alfa Romeo Zagato, Martin Kapp, che l'aveva commissionata. E i punti in comune tra le due vetture non si esauriscono qui. Entrambe hanno un cuore in fibra di carbonio, che nel caso della TZ3 Stradale è rappresentato dalla carrozzeria, mentre in quello della TZ3 Corsa dalla vasca su cui è assemblata e che è accoppiata a un telaio tubolare in acciaio e con una leggera carrozzeria in alluminio battuta a mano. La TZ3 Stradale, oltre ad ereditare dalla Dodge Viper il telaio, ne ha ereditato anche il propulsore 8.4 litri da 611 CV e presenta nella parte posteriore una tipica configurazione "Kamm-tail" (K-tail) già vista sulla TZ3 Corsa. Una soluzione che Zagato sperimentò a partire dai primi Anni '60 su strada e su pista e che trova la sua massima applicazione proprio sulle storiche Alfa Romeo TZ e TZ2. Il segreto dell'Effetto Kamm, che in molti già conosceranno, ricordiamo che sta nel mantenimento delle dimensioni compatte a tutto vantaggio dell'aerodinamica perché rende possibile la diminuzione del CX, garantendo la stessa riduzione della resistenza all'aria senza dover ricorrere a una forma "a goccia" della coda particolarmente allungata.

UN TRIBUTO SENZA FINE
Ma la TZ3 Stradale, nonostante quest'anima americana, celebra innanzitutto l'eredità delle Alfa Romeo Zagato stradali. E lo fa a 360 gradi. In lei si rispecchiano modelli come la RLSS, 1500, 1750, 2300 e 2900 Zagato degli Anni '20 e '30; la 6C 2500 Panoramica, 1900 SSZ e Giulietta SVZ degli Anni '40 e '50; la SZ, 2600 SZ, Giulia TZ e Junior Z degli Anni '60 e '70 e la S.Z. e R.Z. degli Anni '80 e '90. Un elenco che non ha nulla da invidiare a quello della TZ3 Corsa, che celebra uomini e macchine della tradizione sportiva di Alfa Romeo e Zagato, riferendosi in particolare alla Scuderia Ferrari degli Anni '20 e '30; all'Alfa Corse degli Anni '40 e '50; all'Autodelta degli Anni '60 e '70 e alla Scuderia Zagato degli 'Anni 80 e '90.

Autore:

Tag: Tuning , Alfa Romeo , auto americane , auto italiane , serie speciali , anniversari


Top